I COMPILATORI MEDIEVALI

La dottrina della 'laesio enormis' sembra essere stata introdotta dai compilatori Giustinianei - nell'individualistico sistema della legge romana del periodo classico - per giustificare la crescente influenza dei precetti della morale cristiana ed il contestuale sviluppo della legge.
Un ordine morale che i pensatori del Medio Evo proponevano al fine di condurre l'uomo sulla "retta" via del cristianesimo. Ogni comportamento umano, anche nel mondo degli affari, doveva rispondere a precise obbligazioni morali,imposte dalla dottrina clericale.
Le scuole di legge e di teologia svilupparono la teoria del "giusto prezzo", che proibiva l'esazione di un corrispettivo maggiore di quello ritenuto equo dalla comunità, per non appropriarsi indebitamente di ciò che Dio aveva destinato al singolo.
Questo concetto era in parte il riflesso delle condizioni sociali ed economiche delle comunità locali che, perso il fiero individualismo economico dei Greci e dei Romani, si erano trasformate in società agricole, soggette a numerose forme di regolamenti commerciali, col risultato di restringere il libero movimento dei prezzi.
I canonisti e i civilisti proponevano teorie diverse fra loro, richiamandosi gli uni alle idee della Chiesa, gli altri agli antichi filosofi.
Si riscoprì Aristotele, che nella Grecia classica teorizzò sul valore delle merci e sul lavoro. Nel suo libro "L'etica Nicomachea", il filosofo parlava di giustizia; sostenendo che lavoro, tempo e profitto fossero gli elementi essenziali per la determinazione del prezzo. Coloro che producono e coloro che ricevono beni devono guadagnare la stessa quantità e qualità di prodotti e denaro: poichè ciò che è giusto si trova sempre in una posizione di mezzo. Ma perchè si verifichi questo equilibrio, si deve usare il denaro come misura per rendere lo scambio paritario. Il prezzo, per essere giusto, deve essere quello che il compratore è disposto a pagare prima dell'acquisto, e non il valore dopo lo scambio.
Il concetto di "giusto" si deve dedurre non da quanto viene richiesto dal venditore, ma in termini di lavoro e di costi per realizzarlo.
Gli autori medievali trovarono in quel libro la conferma alle loro teorie.

Ritorna alla prima pagina.