IL FENOMENO DELL'AUTODISCIPLINA PUBBLICITARIA


L'autoregolamentazione della pubblicità è un fenomeno estremamente articolato, che ha tratto origine da un testo internazionale : il Codice delle Pratiche Leali in materia di pubblicità, pubblicato dalla Chambre de Commerce Internazionale di Parigi nel 1937.
Con il termine di autodisciplina pubblicitaria o con quello di autoregolamentazione si definisce un fenomeno per il quale un insieme di soggetti operanti tutti nel medesimo settore di attività e accomunati da interessi affini, decidono di assoggettare a prestabilite regole di condotta i propri comportamenti.
Si tratta, dunque, di un fenomeno di autoregolamentazione "interna" che si impone agli associati in virtù di una duplice motivazione : in primo luogo per l'esistenza di un vincolo giuridico , coercibile e vincolante tutti i soggetti interessati al settore di attività ; in secondo luogo - ed è questo l'elemento di gran rilievo per lo specifico caso dell'autodisciplina pubblicitaria - per la radicata convinzione della necessità ed utilità del rispetto e dell'applicazione di tali regole da parte dell'intera categoria.

Attraverso l'applicazione di questa nuova disciplina e l'imposizione del suo rispetto al maggior numero possibile di soggetti operanti nel settore pubblicitario, gli associati vengono sottratti, nella quasi totalità dei casi, al potere normativo esterno, ossia a quello statuale. Il sistema dell'autodisciplina nasce e si sviluppa all'interno di categorie professionali e, per mezzo degli strumenti che l'ordinamento giuridico mette a disposizione dei singoli, pone in essere forme di regolamentazione di interi settori di attività togliendoli così al potere normativo e disciplinare dello Stato.
Questi organismi, nascendo da esigenze di maggior efficienza e funzionalità, realizzano forme volontarie di controllo a volte più rigorose di quanto avrebbero potuto esserlo rimanendo di competenza del legislatore.
L'autodisciplina pubblicitaria è uno degli esempi più riusciti di superamento di una concezione assai radicata secondo la quale il potere di "normazione" è prerogativa indiscutibile del potere legislativo .
Nata in tutta Europa come forma deontologica di controllo sull'operato, ma soprattutto sulla condotta professionale dei soggetti aderenti, l'autodisciplina pubblicitaria ha saputo dimostrare che l'autolimitazione è sicuramente uno strumento capace di assicurare ordine, disciplina, correttezza e regolamentazione di un settore di attività, ma anche di risultati in linea con quelli raggiungibili attraverso il potere statuale.


Torna prima pagina