Il giudizio autodisciplinare non è alternativo a quello statuale, né l'appartenenza all'istituzione preclude che l'autore della pubblicità possa essere chiamato a rispondere avanti l'autorità giudiziaria dello Stato sulla base della disciplina statuale dell'advertising.
Il problema della coesistenza di due ordinamenti nell'ambito dello stesso aggregato non è, peraltro, nuovo alla scienza giuridica : basterà richiamare la teoria sviluppata dalla corrente istituzionalista della "pluralità degli ordinamenti giuridici" , i cui rapporti possono essere caratterizzati da una sostanziale irrilevanza, o da un insanabile contrasto, o ancora da una reciproca interconnessione o infine da complementarietà, nel senso cioè che uno dei due completa e arricchisce la disciplina dell'altro.
Torna prima pagina