Tempo di riflettere




Negli ultimi anni, ancor pi¨ che in precedenza, nel campo della responsabilitÓ civile non ci si Ŕ mossi verso nuove frontiere, ma si Ŕ piuttosto tornati a riflettere. Ne sono testimonianza le opere generali che hanno visto la luce in questi anni. Innanzitutto si torna al trattato.
Un completo ed esauriente Restatement della materia si trova oggi in M.FRANZONI, Dei fatti illeciti, in Commentario Scialoja-Branca-Galgano, Bologna-Roma, 1993.
L'opera monumentale, oltre le 1.200 pagine, affronta articolo per articolo tutto il campo della responsabilitÓ extracontrattuale, informando il lettore dei dibattiti classici e di tutto quanto Ŕ avvenuto negli ultimi anni. L'A. prende giustamente posizione accogliendo quelle tesi che hanno ormai raggiunto il beneplacito della dottrina moderna.
Il genere letterario del Case-Book ha visto l'apporto di Giovanna VISINTINI, Fatti illeciti, in I grandi orientamenti della giurisprudenza civile e commerciale, Padova, 1989, la quale ha consegnato le proprie riflessioni pi¨ teoriche al saggio Dottrine civilistiche nella vicenda della responsabilitÓ civile, Contr. e impr. 1989, 127.
Rivede la luce , con l'editing di CARBONE, l'ormai classico ALPA e BESSONE, AtipicitÓ dell'illecito, Milano, 1993.
Che sia tempo di riflessione Ŕ testimoniato anche dalle numerose voci di enciclopedia uscite in questi anni: BUSNELLI, Illecito civile, in Enc. giur. Treccani,Roma, 1989, e l'aggiornamento del 1991 ; nonchŔ, sempre nell'enc. Treccani del '91, la voce Responsabile civile, curata da VANNI, e le voci ResponsabilitÓ civile dovute a CORSARO, per quanto attiene al diritto civile, a GARRI per quel che concerne i dipendenti pubblici, e CASETTA per quanto riguarda la responsabilitÓ della pubblica amministrazione.
Ivi si trovano pure le voci sulla responsabilitÓ oggettiva dovute a FORCHIELLI e CASTRONOVO.
Ai fini della conoscenza pratica delle soluzioni giurisprudenziali invalse merita una segnalazione particolare il commento di Luigi GAUDINO all'art. 2043 comparso nel Commentario al Codice Civile diretto da Paolo CENDON, Torino, 1991, cosý come meritano di essere segnalati anche gli altri commenti (fino, ovviamente, all'art. 2059) dovuti a P.Ziviz, A. Venchiarutti, M. Bussani, F. Peccenini, F. Devescovie, M. Gambi, ed E. Tomasi.
Lo stesso gruppo raccoglie sotto l'ampio titolo P:CENDON (cur.), La responsabilitÓ extracontrattuale, Milano, 1994 vari saggi, note e sintesi d'informazione.
Tempo di riflessione per Umberto Salvestroni che pubblica Studi sulla ResponsabilitÓ civile e altri scritti, Torino, 1994.
Tempo di riflessione anche per "uno dei civilisti pi¨ intelligenti e preparati della generazione di mezzo di cui disponga l'Italia", C.CASTRONOVO, il quale raccoglie da sŔ i propri pensieri nel volume La nuova responsabilitÓ civile, Milano, 1991, utilizzando un genere (quello della raccolta dei propri saggi) un tempo coltivato solo dai maestri pi¨ illustri, ma che pi¨ democraticamente pu˛, in effetti, esser coltivato da ciascuno.
Tempo di riflessione soprattutto per Cesare Massimo BIANCA che nel quinto volume del suo Diritto civile, La responsabilitÓ, Milano, 1994, affronta da par suo l'intero campo della responsabilitÓ contrattuale ed extracontrattuale.
Insomma la nottola di Minerva prende il volo, e mentre sono giÓ in preparazione il volume di PATTI per il Commentario diretto da Schlesinger, quello di MONATERI per il Trattato di Diritto Civile diretto da Rodolfo SACCO, e mentre si avvia il Trattato teorico-pratico in 4 voll. diretto da CENDON per la UTET, Guido ALPA condensa varie riflessioni generali nella Voce Danno aquiliano, in Contr. e Impr., 1990, 791, e ripercorre la nascita del 2043 ne Il codice e la responsabilitÓ civile, origine di un testo, Riv.dir. comm., 1992,I,513.
Alle funzioni della resp.civ. Ŕ dedicato il contributo di CENDON, Il profilo della sanzione nella responsabilitÓ civile,in Contr. e Impr., 1989, 886 .
Non mancano numerose sintesi di Diritto comparato: F.MACIOCE (cur.), La resp. civ. nei sistemi di Common Law. I: I profili generali, Padova, 1990, ed E.DELL'AQUILA, I principi generali della resp.civ. nel Diritto inglese, Milano, 1989. In particolare si segnala l'opera di Giulio PONZANELLI , La responsabilitÓ civile-profili di diritto comparato, Bolonga, nonchŔ la Sua Antologia sull' American Tort Law, Pisa, 1992.
Ripercorre, anche in questa prospettiva, numerosi luoghi classici FERRARI, AtipicitÓ dell'illecito civile, Milano, 1992.
Importante il contributo di uno studioso italiano apparso in lingua inglese : F.PARISI, Liability for Negligence and Judicial Discretion, Berkeley, 1st ed. 1990, 2nd ed. 1992.
Alcuni contributi su temi particolari si aprono a discussioni generali della r.c. , cosý per lo studio di diritto comparato curato da S.PATTI, Il danno da prodotti, Padova, 1990; e per gli studi di analisi economica del diritto condensati in MATTEI e PULITINI, Consumatore, ambiente e conorrenza, Milano, 1994 dove GAMBARO e POZZO si sono occupati dei danni all'ambiente e PONZANELLI della responsabilitÓ del produttore con un commento dell'economista Domenico SINISCALCO.
Ad un classico tema di incrocio Ŕ dedicata la monografia di CANDIAN , ResponsabilitÓ civile e assicurazione, Milano, 1993.
Per quanto attiene al tema generale dell'ingiustizia, oltre agli scritti sinora richiamati, svolge una pregnante indagine CHIANALE, Diritto soggettivo e tutela in forma specifica, Milano,1993, e si pronuncia SALVESTRONI, Azione illecita e danno ingiusto, Contr. e impr., 1993, 255.