LEGISLAZIONE
Legge 'Bersani': alcune disposizioni  di Diritto Commerciale

Legge 7 agosto 1997 n. 266
(Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'11 agosto 1997 n. 186)
 
 

La Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

promulga

la seguente legge:

(...)

Art. 21
Piccola società cooperativa

1. La piccola società cooperativa, quale forma semplificata di società cooperativa, deve essere composta esclusivamente da persone fisiche in numero non inferiore a tre e non superiore a otto soci.
2. La denominazione sociale, in qualunque modo formata, deve contenere l'indicazione di "piccola società cooperativa". Tale indicazione non può essere usta da società che non hanno scopo mutualistico.
3. Alla piccola società cooperativa si applicano le norme relative alle società cooperative in quanto compatibili con le disposizioni del presente articolo.
4. Nella piccola società cooperativa, se il potere di amministrazione è attirbuito all'assemblea, è necessaria la nomina del presidente, al quale spetta la rappresentanza legale.
5. Alla piccola società cooperativa si applicano le norme in materia di collegio sindacale previste per la società a responsabilità limitata di cui agli articoli 2488 e seguenti del codice civile.
6. Nella piccola società cooperativa per le obbligazioni sociali risponde soltanto la società con il suo patrimonio.
7. Ricorrendo i requisiti previsti dalla legge, la piccola società cooperativa deve deliberare la propria trasformazione in società cooperativa. La piccola società cooperativa può trasformarsi esclusivamente in società cooperativa.
8. Alla trasformazione e alla fusione della piccola società cooperativa si applicano gli articoli 2498 e seguenti del codice civile.

(...)

Art. 24
Norme in materia di attività di assistenza e consulenza

1. L'articolo 2 della legge 23 novembre 1939, n. 1815 è abrogato.
2. Ai sensi dell'articolo 17. comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, il Ministro di Grazia e Giustizia, di concerto con il Ministro dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato e, per quanto di competenza, del Ministro della Sanità, fissa con proprio decreto, entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, i requisti per l'esercizio delle attività di cui all'articolo 1 della legge 23 novembre 1939, n. 1815.
 

Art. 25
Norme sulle cooperative di produzione e lavoro e di  consumo

1. All'articolo 22 del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947, n. 1577, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) al terzo comma, le parole: "nè quelle di produzione e lavoro, ammissibili ai pubblici appalti, con meno di 15 soci" sono sopporesse;
b) il quarto comma è abrogato;
c) il quinto comma è sostituito dal seguente: "Tuttavia, il Ministro del Lavoro e della Previdenza sociale, sentito il comitato centrale per le cooperative, può autorizzare l'iscrizione di cooperatice di consumo, con numero di soci inferiore a 50, le quali forniscano esclusivamente ai propri soci particolari servizi, in considerazione della peculiare natura dei servizi stessi".

(...)

Art. 27
Disegno e modello industriale

1. Il comma 58 dell'articolo 1 del decreto legge 23 ottobre 1996, n. 545, concertito, con modificazioni, dalla legge 23 dicembre 1996, n. 650 è abrogato.
2. La durata della protezione giuridica del diritto di autore per le opere del disegno e del modello industriale, ai sensi del regio decreto 25 agosto 1940 n. 1411, non può essere superiore a 15 anni, fino al recepimento della direttiva comunitaria in materia di brevettabilità dei disegni e modelli industriali.

(...)

Art. 29
Semplificazione delle procedure per la pubblicazione degli atti delle società per azioni e a responsabilità limitata e delle società cooperative

1. A decorrere dal 1° ottobre 1997, l'obbligo di pubblicazione degli atti e dei fatti per i quali la legge prevede la pubblicazione nel Bollettino ufficiale delle società per azioni e aresponsabilità limitata o nel Bollettino ufficiale delle società cooperative, è assolto con l'iscrizione o il deposito nel registro delle imprese. Gli effetti della pubblicazione di cui all'articolo 2467-ter del codice civile decorrono dalla data di iscrizione o di deposito nel registro delle imprese.
2. La pubblicazione nei Bollettini di cui al comma 1 cessa di avere effetto con la pubblicazione degli atti e dei fatti per i quali sia stata richiesta la pubblicazione anteriormente al 1° ottobre 1997.

(...)

Art. 32
Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

 La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge dello Stato.
 

Web editing by F.G.P.
 
 [Back to Index]