-CASO SIMULATO-
IL FATTO:
 

-In questo caso alcuni elementi base sono tratti da fatti effettivamente avvenuti, indicati con l'asterisco (*): vedi F. D'AGOSTINI, Analitici e continentali. Guida alla filosofia degli ultimi trent'anni, Raffaello Cortina editore, Milano, 1997. Tutti gli altri fatti sono invece frutto di invenzione ed escogitati al solo fine di consentire agli studenti di esaminare una situazione ricca di risvolti giuridici.

1. Nel 1996 la professoressa  Tizia pubblica un volume fortunato, Analitici e continentali, per i tipi dell'editore Caio (*). Il libro tocca
un argomento filosofico, la distinzione fra filosofia di tipo anglossassone (analitici) e di tipo europeo (continentali), le divergenze
(molte) e le convergenze (poche ma significative) tra queste due aree del pensiero. Non capita di frequente, ma il libro ha grande
successo (*).
     Sull'onda di questo successo, l'editore chiede all'autrice di seguire una collana appositamente creata e denominata anch'essa
"Analitici e continentali", nella quale escono immediatamente i titoli più significativi delle due tradizioni (Wittgenstein, Russell,
Carnap, Reichenbach, Searle da un lato; Husserl, Heidegger, Gadamer, Derrida, Habermas) dall'altro. Il pubblico accoglie molto
bene l'iniziativa e si mostra disposto ad acquistare i volumi inseriti inquesta collana in misura molto superiore alle tirature consuete
per questo tipo di opere.
     L'editore comprende quindi che il titolo del libro prima e della collana poi hanno un notevole valore aggiunto, perché consentono
di inserire in un circuito di successo anche opere che di per sé raggiungerebbero cerchie limitate di lettori. In data 30 giugno 1997
chiede quindi, con il consenso della professoressa risultante da accordo scritto, la registrazione di un marchio composto formato
dalle parole "Analitici e continentali" nella Classe 16 della classificazione internazionale dei prodotti e servizi risultante dall'Accordo
di Nizza del 1957.

2. Un professore universitario pisano, Sempronio, apre un sito su Internet il 1.1.1998 il cui domain name è
ANALITICIECONTINENTALI.it. Su di esso presenta i lavori di un seminario condotto il precedente anno accademico
nell'ambito del suo corso di filosofia; ed invita gli interessati ad intervenire nel dibattito. Nel sito sono citati, nella prima videata, il
lavoro di Tizia edito dall'editore Caio e la collana omonima; e si precisa che il sito non ha nulla a che fare con tale lavoro e con la
collana omonima, pur sottolineandone l'estrema utilità e validità scientifica.
     Anche questa iniziativa ha molto successo. Gli interventi si moltiplicano; sono divisi in sezioni particolari (logica, ontologia,
linguistica, etica); le sezioni particolari danno poi luogo a discussioni plenarie, sempre on line, cui partecipano i componenti dei
diversi sottogruppi.
    Per partecipare al dibattito, non occorre pagare alcunché: basta avere modem e computer.
 
3. L'editore non vede di buon occhio l'iniziativa del sito. Non si sa se in un secondo momento non potrebbe assumere iniziative
concorrenti, ad es. consentendo di caricare e scaricare dei testi filosofici; non si sa se il livello del dibattito sia sempre coerente con
l'alta qualità dell'omonima collana.

4. Di qui in poi il seguito è scontato. L'editore Caio e Tizia si rivolgono ad un gruppo di voi, in ipotesi già avvocati, per chiedervi di
fare cessare Sempronio dalla sua attività ed ottenere la disattivazione del sito.
    Sempronio si rivolge ad un altro gruppo di voi per farsi consigliare e per resistere alle pretese di Caio e di Tizia.
 
 


[presentazione - gruppo I - gruppo II - gruppo III (attore) - gruppo IV (convenuto) - caso simulato - sentenza] 
[back to index]
 (WEB Edition by F. Cardaci, E. Buffa)