UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRENTO

"COLLANA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE"

NOVELLA GALANTINI
L'inutilizzabilità della prova nel processo penale
EDIZIONI CEDAM - PADOVA
1992 

 
copertina
 
INDICE

Capitolo Primo
IL CONCETTO DI INUTILIZZABILITÀ DELLA PROVA
  1. L'approccio interpretativo al concetto di inutilizzabilità
  2. Il concetto di inutilizzabilità e l'istituto della inutilizzabilità. L'art. 191 c.p.p. quale norma di riferimento per l'inutilizzabilità patologica e fisiologica. La specie tipica di inutilizzabilità conseguente alla violazione di divieti: l'inutilizzabilità-sanzione
  3. L'«inutilizzabilità»-effetto come specie atipica derivante da violazione di limiti posti all'efficacia della prova: diversificazione di trattamento
  4. L'unicità del concetto di inutilizzabilità e la riconducibilità ad essod elle specie di inutilizzabilità. L'incidenza sulla prova del vizio, dell'imperfezione o della violazione del limite. L'idea di relazione implicita nel concetto di inutilizzabilità
  5. L'individuazione delle specie di inutilizzabilità. Ulteriori distinzioni riconducibili alla categoria atipica dell'«inutilizzabilità»-effetto
  6. Il problema concernente gli eventuali limiti all'utilizzabilità della prova derivanti dall'art. 431 c.p.p. ovvero dall'attività di selezione degli atti operata dal giudice per le indagini preliminari al fine della formazione del fascicolo per il dibattimento
  7. Prova nulla e prova inutilizzabile. I rapporti fra le due sanzioni. Le differenziazioni sul piano strutturale ed effettuale
  8. Il profilo degli effetti. L'autonomia della sanzione di inutilizzabilità: ininfluenza del riscontro dell'aspetto effettuale. L'estromissione della prova come «effetto intrinseco». Il problema dell'utilizzabilità pro reo della prova illegittima. L'inutilizzabilità «esterna»
  9. Segue. Il profilo degli effetti. La teoria dei «frutti dell'albero avvelenato»: questioni in ordine alla sua applicabilità
Capitolo Secondo
LA VIOLAZIONE DEI DIVIETI PROBATORI QUALE PRESUPPOSTO DELL'INUTILIZZABILITÀ-SANZIONE
  1. Sezione I - Il sistema dei divieti probatori
    1. Premessa. Divieti probatori ed exclusionary rules. La riferibilità alle fasi del procedimento probatorio. «Divieti in fase di valutazione» e «divieti di utilizzazione»: il rapporto tra regole di esclusione e sanzione di inutilizzabilità
    2. I criteri per l'individuazione dei divieti. La fonte normativa come primo parametro di identificazione. La classificazione come operazione successiva. I divieti a supporto dell'inutilizzabilità patologica e fisiologica
    3. I divieti posti a tutela del principio di separatezza probatoria tra le fasi
    4. I criteri di individuazione e di classificazione dei divieti a supporto dell'inutilizzabilità patologica
    5. Il principio di pertinenza-rilevanza della prova. Quesiti in ordine alla natura di regola di esclusione dell'art. 187 c.p.p.
    6. Il problema della tassatività dell'inutilizzabilità. Le peculiarità correlata all'applicazione del principio alla sanzione in oggetto. I rapporti tra tassatività della sanzione e tassatività dei divieti probatori
    7. Divieti derogabili e inderogabili: i collegamenti con la tematica della tassatività
    8. Il problema della derogabilità dei divieti a supporto dell'inutilizzabilità fisiologica
    9. Divieti assoluti e relativi: ulteriori profili inerenti il tema della tassatività
    10. Divieti probatori e inutilizzabilità in fase di indagini preliminari
    11. La prova illecita
    12. I divieti probatori e le fasi del procedimento probatorio. I divieti in fase di ammissione correlati al difetto di potere del giudice. La sorte delle prove ammesse su richiesta di parte al di fuori dell'elenco di cui all'art. 422 comma 1 c.p.p. in sede di supplemento istruttorio dell'udienza preliminare. Quesiti concernenti la tassatività dei casi di incidente probatorio
    13. Segue. I divieti probatori in fase di ammissione. Cenni alle problematiche connesse alla violazione del diritto alla prova
  2. Sezione II - I rimedi all'inosservanza dei divieti probatori
    1. Il regime di rilevabilità della sanzione di inutilizzabilità (rectius, del vizio che ne è causa). L'insanabilità
    2. La condizione dell'effettiva utilizzazione della prova o dell'atto a contenuto probatorio, ai fini dell'impugnazione della sentenza. Le questioni legate al decreto che dispone il giudizio fondato su prove o atti inutilizzabili
    3. La devoluzione ex lege al giudice dell'impugnazione della cognizione del vizio. Il problema della sua rilevabilità nel caso di inammissibilità dell'impugnazione
    4. I poteri del giudice dell'appello a fronte della sentenza di primo grado che abbia utilizzato la prova illegittima
    5. Il ricorso per cassazione
Capitolo Terzo
I DIVIETI NELLA DISCIPLINA SUI SINGOLI MEZZI DI PROVA E DI RICERCA DELLA PROVA
  1. La testimonianza. Identità di previsioni normative fra codice Rocco e nuovo codice. Differente sanzione ricollegabile alla violazione dei divieti probatori
  2. Disposizioni concernenti l'assunzione della testimonianza. Esame e controesame. Contestazioni
  3. La testimonianza indiretta
  4. Il privilegio contro l'autoincriminazione
  5. Questioni concernenti l'applicabilità delle norme sulla testimonianza all'assunzione di informazioni da parte del pubblico ministero e della polizia giudiziaria in indagini preliminari
  6. L'esame dell'imputato
  7. L'esame di persona imputata in un procedimento connesso
  8. L'interrogatorio della persona sottoposta alle indagini
  9. Il confronto in dibattimento e in incidente probatorio
  10. Il confronto disposto in sede di indagini preliminari
  11. Previsioni sanzionatorie per la ricognizione irrituale compiuta in dibattimento o in sede di incidente probatorio
  12. La disciplina applicabile all'individuazione di persone o cose di cui all'art. 361 c.p.p.
  13. La nuova disciplina degli esperimenti giudiziali
  14. Casi in cui può essere disposto l'esperimento giudiziale
  15. La perizia: ristrutturazione dell'istituto in chiave di garanzia dei diritti delle parti
  16. Perizia effettuata da soggetto incapace o incompatibile con l'ufficio ovvero astenutosi o ricusato
  17. Consulenza tecnica endoperitale ed extraperitale
  18. Accertamenti tecnici espletati in fase di indagini preliminari
  19. Acquisizione dibattimentale dei risultati peritali
  20. Analisi di campioni e revisione di analisi
  21. L'ammissione della prova documentale secondo la nuova disciplina
  22. Limiti all'ammissibilità della prova documentale
  23. Utilizzabilità dei verbali di prove di altri procedimenti
  24. Inserimento ab origine di documenti nel fascicolo dibattimentale e allegazione successiva al provvedimento ammissivo
  25. Acquisizione di atti di procedimento penale straniero
  26. L'ispezione secondo la disciplina generale
  27. Segue. Esecuzione dell'atto in indagini preliminari
  28. Il regime sanzionatorio delle perquisizioni irrituali: disposizioni generali
  29. Le specifiche disposizioni sulla perquisizione
  30. La normativa sul sequestro
  31. Invalidità del sequestro disposto su oggetto vietato
  32. Segue. Le conseguenze derivanti dalla carenza di potere
  33. Le intercettazioni di conversazioni e comunicazioni: i divieti di utilizzazione