UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRENTO

"COLLANA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE"

GIUSEPPE NESI
L'uti possidetis iuris nel diritto internazionale
EDIZIONI CEDAM - PADOVA
1996


copertina

INDICE

INTRODUZIONE

  1. Sez. 1. L'emergere dell'uti possidetis iuris nel contesto delle norme internazionali concernenti la sovranità territoriale
    1. Origine storica e diverse accezioni dell'uti possidetis iuris
      1. strumento sui generis di successione dei nuovi Stati alle Potenze coloniali
      2. deroga all'effettività come condizione dell'acquisto della sovranità territoriale
      3. strumento di difesa nei confronti di ulteriori tentativi di colonizzazione
    2. Segue. Principio rilevante nella determinazione dei confini fra Stati limitrofi nati dalla decolonizzazione
    3. «Riattualizzazione» dell'uti possidetis iuris riguardo alla determinazione dei confini fra Stati di nuova indipendenza
  2. Sez. 2. L'uti possidetis iuris nelle ricostruzioni della dottrina
    1. L'uti possidetis iuris come principio giuridico: a) consuetudine regionale
    2. Segue. Norma convenzionale
    3. Segue. Principio di diritto internazionale generale
    4. L'uti possidetis iuris come principio essenzialmente politico
  3. Sez. 3. Scopo, metodo e piano dell'indagine
    1. Complessità del tema e non esaustività delle ricostruzioni proposte dalla dottrina. Scopo dell'indagine
    2. Metodo e piano dell'indagine

PARTE PRIMA
L'UTI POSSIDETIS IURIS NELLA PRASSI STATALE E NELLA GIURISPRUDENZA INTERNAZIONALE LATINO-AMERICANA

  1. Osservazioni preliminari

Capitolo Primo
LA PRASSI STATALE

  1. Sez. 1. Costituzioni
    1. Premessa
    2. Rilevanza delle ripartizioni coloniali nella determinazione delle frontiere internazionali
    3. Portata dell'esplicito richiamo dell'uti possidetis iuris
    4. Determinazione dei confini internazionali mediante rinvio a trattati e pronunce arbitrali
    5. L'uti possidetis iuris nelle costituzioni latino-americane
  2. Sez. 2. Prassi diplomatica
    1. Ricostruzione dell'uti possidetis iuris come norma fondamentale dei rapporti interamericani in materia di delimitazione fra Stati sorti dalla decolonizzazione: a) la posizione degli Stati latino-americani nel secolo scorso
    2. Segue. b) La posizione degli Stati Uniti d'America
    3. Recenti valutazioni avanzate a proposito della rilevanza e dell'applicazione dell'uti possidetis iuris nei rapporti latino-americani
    4. L'uti possidetis iuris nella prassi diplomatica
  3. Sez. 3. Trattati bilaterali
    1. Premessa
    2. Trattati fra Stati ispano-americani: a) generica adozione delle ripartizioni coloniali come frontiere internazionali nei trattati fra Stati ispano-americani
    3. Segue. b) esplicito riferimento all'uti possidetis iuris
    4. Trattati fra Stati ispano-americani e madrepatria: le ripartizioni intercoloniali come frontiere internazionali
    5. L'uti possidetis iuris nei trattati bilaterali
  4. Sez. 4. Congressi interamericani e trattati multilaterali
    1. Progetto di confederazione degli Stati americani e Trattato di unione, lega e confederazione (1826)
    2. Congresso di Lima e Trattato di confederazione (1848)
    3. Trattato continentale (1856)
    4. Congresso di Caracas (1883)
    5. Conferenze interamericane (1889-1938)
    6. Trattato interamericano di assistenza reciproca e Carta di Bogotà (1948)
    7. L'uti possidetis iuris nella prassi multilaterale

Capitolo Secondo
LA PRASSI ARBITRALE E GIUDIZIALE

  1. Premessa
  2. Il caso Paesi Bassi/Venezuela
  3. Il caso Colombia/Venezuela (1891)
  4. Il caso Colombia/Venezuela (1922)
  5. Il caso Bolivia/Perù
  6. Il caso Costa Rica/Colombia
  7. Il caso Honduras/Nicaragua
  8. Il caso Guatemala/Honduras
  9. Il caso Argentina/Cile (Canale di Beagle)
  10. Il caso El Salvador/Honduras
  11. Considerazioni sui dati emergenti dalla prassi arbitrale e giudiziale: rilevanza dell'uti possidetis iuris quale norma consuetudinaria di carattere regionale relativa alla determinazione degli assetti territoriali in America latina

PARTE SECONDA
L'UTI POSSIDETIS IURIS NELLA PRASSI STATALE E NELLA GIURISPRUDENZA INTERNAZIONALE AFRICANA

  1. Premessa
  2. Precisazioni di carattere metodologico

Capitolo Primo
LA PRASSI STATALE

  1. Sez. 1. Le posizioni assunte in sede multilaterale in merito al mantenimento delle frontiere coloniali
    1. L'affermazione del principio della tabula rasa
    2. Il principio dell'intangibilità delle frontiere ereditate dalla dominazione coloniale
  2. Sez. 2. La successione fra Stati e il mantenimento delle frontiere coloniali nel quadro Nazioni Unite
    1. Posizioni favorevoli all'adozione come frontiere internazionali delle ripartizioni coloniali
    2. Critiche al mantenimento delle frontiere coloniali
  3. Sez. 3. Ulteriori elementi di prassi
    1. Osservazioni preliminari
    2. Trattati bilaterali fra nuovi Stati ed ex-Potenze coloniali
    3. Trattati di delimitazione e compromessi arbitrali conclusi successivamente alla decolonizzazione
    4. Principali controversie territoriali
    5. Segue. Algeria/Marocco
    6. Segue. Somalia/Etiopia
    7. Segue. Somalia/Kenya
    8. L'uti possidetis iuris e le frontiere dell'Eritrea
  4. Sez. 4. Linee emergenti dalla prassi esaminata
    1. Il principio del mantenimento delle frontiere coloniali: il caso africano rispetto al caso latino-americano
    2. Elementi dai quali emerge nel contesto interafricano la formazione di una norma di diritto internazionale generale sulla determinazione dei confini fra Stati nati dalla decolonizzazione
    3. Le posizioni di contestazione dell'uti possidetis iuris come norma di diritto internazionale alla luce della prassi più recente

Capitolo Secondo
LA PRASSI ARBITRALE E GIUDIZIALE

  1. Premessa
  2. Il caso Tunisia/Libia
  3. Il caso Guinea/Guinea-Bissau
  4. Il caso Burkina Faso/Mali
  5. Il caso Senegal/Guinea-Bissau
  6. Il caso Libia/Ciad
  7. Considerazioni sui dati emergenti dalla prassi arbitrale e giudiziale: l'uti possidetis iuris quale norma consuetudinaria relativa alla determinazione degli assetti territoriali fra Stati nati dalla decolonizzazione

PARTE TERZA
L'UTI POSSIDETIS IURIS IN SITUAZIONI STORICHE E IN CONTESTI GEOGRAFICI DIVERSI DA QUELLI DELLA SUA TRADIZIONALE APPLICAZIONE

  1. Premessa
  2. Rilevanza dell'uti possidetis iuris in situazioni di decolonizzazione in aree geografiche diverse dall'America latina e dall'Africa: sentenze giudiziali e lodi arbitrali
  3. Segue. Prassi statale
  4. Applicabilità dell'uti possidetis iuris al di fuori di situazioni di decolonizzazione?
  5. Segue. Uti possidetis iuris e dissoluzione della Repubblica Federativa Socialista di Iugoslavia
  6. Segue. Uti possidetis iuris e dissoluzione dell'Unione Sovietica
  7. Segue. Uti possidetis iuris e divisione della Repubblica Federativa Ceca e Slovacca
  8. Conclusioni circa la ricostruzione della norma sulla delimitazione territoriale secondo l'uti possidetis iuris al di fuori dei contesti della sua tradizionale applicazione

PARTE QUARTA
PROBLEMI CONNESSI ALL'APPLICAZIONE DELL'UTI POSSIDETIS IURIS

  1. Osservazioni preliminari
  2. Sez. 1. I dati rilevanti nella ricostruzione degli assetti territoriali alla data critica
    1. Inadeguatezza di un'interpretazione restrittiva dell'uti possidetis iuris: a) nella determinazione dei confini già rilevanti come delimitazioni interne
    2. Segue. b) nella determinazione dei confini già rilevanti come delimitazioni internazionali
    3. Rilevanza dei comportamenti e dell'acquiescenza del precedente sovrano territoriale nell'individuazione di frontiere intracoloniali e intercoloniali: in America Latina
    4. Segue. In Africa
    5. Segue. Posizioni dottrinali
    6. Ventaglio dei dati utilizzabili nell'applicazione dell'uti possidetis iuris
  3. Sez. 2. La rilevanza del diritto interno dal punto di vista del diritto internazionale
    1. Premessa
    2. Rilevanza di fatto (e non giuridica) del diritto interno (coloniale o federale) nella determinazione, secondo il diritto internazionale, degli assetti territoriali fra Stati limitrofi
    3. Diritto interno (coloniale o federale) e ulteriori fatti rilevanti nella individuazione dello «ius» operante nella determinazione delle frontiere nel periodo precedente l'indipendenza dei nuovi Stati
  4. Sez. 3. L'equità quale elemento di rilevazione dell'uti possidetis iuris
    1. Ricorso a criterî equitativi praeter o contra legem
    2. Equità infra legem come elemento integrativo-interpretativo della norma
    3. Considerazioni sul ruolo dei criterî equitativi nella rilevazione delle norme di diritto internazionale sulla delimitazione marittima e terrestre
  5. Sez. 4. Controversie di delimitazione, controversie di attribuzione di territori e uti possidetis iuris
    1. Teorie che prospettano la distinzione fra controversie di delimitazione e di attribuzione territoriale: carattere, rispettivamente, dichiarativo e costitutivo delle sentenze risolutive di siffatte controversie e presunta diversa rilevanza in esse dell'uti possidetis iuris: critica di tali teorie
  6. Sez. 5. Il problema della individuazione della data critica e rilevanza degli atti emanati nel «periodo critico»
    1. La data critica nell'applicazione dell'uti possidetis iuris in America latina e in Africa
    2. Casi in cui due Stati limitrofi accedano all'indipendenza in tempi diversi
    3. Rilevanza degli atti emanati nel «periodo critico» al fine della ricostruzione dello stato dei luoghi alla data critica

PARTE QUINTA
CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE IN MERITO ALLA NATURA, AI CARATTERI E ALLA FUNZIONE SVOLTA DALL'UTI POSSIDETIS IURIS NEL DIRITTO INTERNAZIONALE

  1. Premessa
  2. Natura, caratteri e funzione dell'uti possidetis iuris: a) in origine
  3. Segue. b) evoluzione del principio e sua attuale fisionomia: norma di diritto internazionale generale sulla delimitazione
  4. L'uti possidetis iuris come norma dispositiva
  5. Uti possidetis iuris, trattati e decisioni arbitrali in materia di delimitazione
  6. L'uti possidetis iuris come norma «a graduale esaurimento»
  7. Limiti di applicazione della norma
  8. Il presunto contrasto tra uti possidetis iuris e diritto di autodeterminazione dei popoli
  9. Uti possidetis iuris e alcune modalità di esercizio dell'autodeterminazione dei popoli
  10. Summary
    Sommaire
    Resumen
    Bibliografia
    Indice dei casi