UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRENTO

"COLLANA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE"

TREMOLADA MARCO
Autonomia privata e parità di trattamento fra lavoratori
EDIZIONI CEDAM - 2000


copertina
 

INDICE - SOMMARIO
 
 

CAPITOLO PRIMO

LA FATTISPECIE PARITÀ DI TRATTAMENTO

1. Il problema della parità di trattamento fra lavoratori e gli interessi implicati
2. Sintesi degli indirizzi degli interpreti in tema di parità di trattamento
3. Necessità di preliminare analisi dei caratteri della fattispecie
4. Relatività della parità di trattamento
5. Parità, giustizia, eguaglianza, imparzialità
6. Distinzione tra parità e discriminazione vietata: nell'art. 3 della Costituzione
7. Segue: con riguardo ai rapporti di lavoro
8. Conseguenze della distinzione tra parità e discriminazione vietata
9. Rilievo collettivo della parità di trattamento fra lavoratori
10. Parità di trattamento e rapporto collettivo
 
 

CAPITOLO SECONDO

AUTONOMIA COLLETTIVA DELL'IMPRENDITORE E PARITÀ

1. La problematica esistenza di rapporti collettivi nelle organizzazioni di lavoro
2. Esemplificazione di fattispecie legali di rapporto collettivo: in materia disciplinare
3. Segue: in materia di sospensione e riduzione di personale
4. Ulteriori fattispecie implicanti un rapporto collettivo e distinzione delle stesse in categorie
5. L'indirizzo contrario alla configurabilità di un rapporto collettivo generale tra datore di lavoro e dipendenti
6. Giustificazione normativa del rapporto collettivo nell'organizzazione di lavoro
7. Limiti, veri e presunti, dell'ambito di rilevanza del rapporto collettivo
8. Il concorso tra autonomia individuale e collettiva dell'imprenditore nella trattazione dei rapporti di lavoro
9. Distinzione fra trattamenti collettivi ai fini della questione della parità
10. Parità nei trattamenti collettivi e teoria comunitaria
11. Struttura del rapporto collettivo e regola di parità di trattamento
 
 

CAPITOLO TERZO

AUTONOMIA INDIVIDUALE E PARITÀ

1. La questione della parità riferita ai trattamenti individuali
2. Tutela della dignità del lavoratore e vincolo di parità
3. Correttezza, buona fede e parità di trattamento: osservazioni preliminari
4. Critiche all'impiego delle clausole generali in funzione paritaria
5. Buona fede e parità nei trattamenti individuali concordati
6. Regola paritaria di buona fede e comparazione fra rapporti di lavoratori diversi
7. Limiti al sindacato giudiziale in tema di applicazione delle clausole generali
8. L'utilizzazione ai fini di parità di pretesi vincoli del datore di lavoro nell'attribuzione dei trattamenti: art. 8 dello Statuto dei lavoratori
9. Segue: art. 2077 c.c. e rilievo dell'intuitus personae
 
 

                CAPITOLO QUARTO

AUTONOMIA SINDACALE E PARITÀ

1. La questione della parità di trattamento e l'autonomia sindacale
2. La sentenza della Corte costituzionale 9 marzo 1989, n. 103
3. Autonomia sindacale e tutela della dignità del lavoratore in funzione paritaria
4. Correttezza, buona fede e vincolo di parità di trattamento per il sindacato
5. Rapporto sindacale, teoria comunitaria e parità
6. Struttura del rapporto sindacale e regola di parità di trattamento
7. Funzione del contratto collettivo, garanzia costituzionale dell’atto e vincolo di parità
8. Parità e delega legislativa di funzioni alla contrattazione collettiva: la sentenza della Corte costituzionale 30 giugno 1994, n. 268
9.          Parità e rinvii legislativi al contratto collettivo
10. Parità ed efficacia soggettiva dei contratti collettivi oggetto di rinvio legislativo
11. Rapporti tra contratti collettivi di diverso livello e parità
12. Conclusioni e programma per la prosecuzione dell'indagine
 
 

CAPITOLO QUINTO

LA PARITÀ DI TRATTAMENTO RETRIBUTIVO

1. La questione della parità riferita a particolari fattispecie
2. Retribuzione e parità di trattamento: osservazioni preliminari
3. La fonte dell'ipotetica regola di parità retributiva: l'art. 36 della Costituzione
4. Segue: la normativa internazionale e comunitaria
5. La parità retributiva diversamente fondata e i limiti del relativo vincolo
 
 

 CAPITOLO SESTO

LA VIOLAZIONE DELLA REGOLA DI PARITÀ

1. La parità di trattamento fra lavoratori e la sua violazione
2. Problemi relativi al controllo dell'osservanza della regola di parità
3. Le conseguenze della violazione della regola di parità secondo le opinioni degli interpreti: le tesi fondate sul riconoscimento dell'efficacia reale della regola di parità
4. Segue: le tesi fondate sul riconoscimento dell'ef-ficacia meramente obbligatoria della regola di parità
5. Effetti dell'inosservanza della parità nell'ottica della nostra concezione della natura del relativo vincolo
6. Profili processuali della parità di trattamento