REGOLAMENTO ERASMUS-SOCRATES
DELLA
FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO

approvato dal Consiglio di Facoltà del 15 dicembre 2004


1. oggetto DEL REGOLAMENTO e responsabili di facoltà
Il presente regolamento – insieme alle direttive di Ateneo in materia – disciplina la mobilità degli studenti della Facoltà di Giurisprudenza nell’ambito del programma comunitario Socrates/Erasmus.

Il Programma Socrates/Erasmus di Giurisprudenza è gestito per la Facoltà dai responsabili nominati dal Consiglio di Facoltà.

2. REQUISITI PER L’AMMISIONE AL PROGRAMMA SOCRATES/ERASMUS

2.1 - Chi può partecipare
Possono presentare domanda di partecipazione al programma Socrates/Erasmus:
a)
gli iscritti ad uno dei corsi di laurea istituiti presso la Facoltà di Giurisprudenza;
b)
gli iscritti al corso di laurea specialistica in Studi Europei e Internazionali (percorso giuridico);
c) i preiscritti ai corsi di laurea specialistica in Giurisprudenza o in Studi Europei e Internazionali (percorso giuridico), i quali abbiano già acquisito almeno 160 crediti.

Gli iscritti al primo anno della laurea triennale dovranno aver supertao tutti gli esami del primo anno al momento della loro partenza per l'estero.

2.2 - Chi non può partecipare 
Non possono presentare domanda di partecipazione al programma Socrates/Erasmus: 
a)
gli studenti che hanno già partecipato al programma Socrates/Erasmus; 
b) 
gli studenti che hanno rinunciato senza adeguati motivi ad una borsa di studio Erasmus (borsa Erasmus).

2.3 - La conoscenza linguistica
Per partecipare al programma Socrates/Erasmus è richiesta un’adeguata conoscenza della lingua nella quale saranno tenuti i corsi presso l’università ospitante.

Gli studenti possiedono un’adeguata conoscenza linguistica se, alternativamente: 
a
) sono in possesso di un certificato fra quelli elencati nell’allegato A
b
) hanno superato il test scritto di conoscenza linguistica organizzato dal Centro Interfacoltà per l'Apprendimento delle Lingue (CIAL) specificatamente per coloro i quali hanno presentato domanda di partecipazione al programma Socrates/Erasmus; 
c
) sono in possesso del certificato rilasciato dal CIAL con il quale si attesti il superamento del test finale relativo ad uno dei corsi elencati nell’allegato B.

Qualora risultino disponibili borse Erasmus dopo la loro assegnazione agli studenti con adeguata conoscenza linguistica, gli studenti senza adeguata conoscenza linguistica potranno vedersi assegnate (su lo richiedono espressamente) le rimanenti borse Erasmus, a condizione che frequentino uno dei corsi elencati nell’allegato B prima della loro partenza per l’università ospitante.

 

3. BANDO, DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ED ASSEGNAZIONE DELLE BORSE
Ogni novembre viene affisso presso i locali della Facoltà di Giurisprudenza il bando relativo alle borse Erasmus per l’anno accademico successivo.

La domanda di partecipazione dovrà essere compilata utilizzando il modulo disponibile presso la portineria della Facoltà o scaricabile dall’apposito sito web della Facoltà.

Le domande di partecipazione saranno valutate dalla commissione Erasmus di Facoltà, composta dal Preside, dai responsabili Socrates/Erasmus e dal referente amministrativo.

La commissione predisporrà una graduatoria provvisoria, divisa per aree linguistiche, degli assegnatari delle borse Erasmus. Nelle assegnazioni delle borse si terrà conto delle preferenze indicate dagli studenti nelle domande di partecipazione.

La graduatoria provvisoria sarà consultabile sia presso lo sportello Erasmus di Facoltà sia sull’apposito sito web della Facoltà. Dalla data di questa pubblicazione gli assegnatari di borsa avranno dieci giorni di tempo per comunicare il loro eventuale dissenso sull’università di destinazione. Decorsi dieci giorni dalla pubblicazione della graduatoria e tenuto conto degli eventuali dissensi nel frattempo pervenuti, si stilerà la graduatoria definitiva degli assegnatari delle borse Erasmus, la quale sarà approvata dal Consiglio di Facoltà e poi affissa nell’albo della Facoltà e trasmessa all'Ufficio Socrates di Ateneo.


4. CRITERI DI SELEZIONE DEI CANDIDATI

La graduatoria degli assegnatari delle borse Erasmus sarà predisposta sulla base dei seguenti elementi:
a)      
il voto della prova scritta di lingua (svolta in collaborazione con il CIAL);
b)      
il voto della prova orale di lingua (svolta da componenti della Facoltà di Giurisprudenza);
c)      
la media delle votazioni riportate negli esami universitari (per gli iscritti alla laurea quadriennale);
d)      
i crediti acquisiti alla scadenza della presentazione della domanda (per gli iscritti alla laurea triennale o specialistica);
e)      
il quoziente ottenuto dividendo il numero degli esami superati per l’anno di iscrizione (per gli iscritti alla laurea quadriennale);
f)       
il quoziente ottenuto dividendo il numero dei crediti acquisiti per l’anno di iscrizione (per gli iscritti alla laurea triennale o specialistica).

Il numero e i voti degli esami superati dovranno risultare o dallo statino degli esami o da una corrispondente autocertificazione presentati al momento della domanda di partecipazione.

5. ADEMPIMENTI DEGLI ASSEGNATARI DI BORSA
Gli assegnatari di borsa dovranno: 
a)      
adempiere personalmente alle pratiche di iscrizione, secondo le modalità e i termini fissati dall’università ospitante; 
b)      
curare personalmente, laddove richiesto, il completamento e l’invio dei moduli relativi alla prenotazione dell’alloggio. Informazioni utili al riguardo si possono ottenere consultando sia i siti web delle istituzioni ospitanti sia la documentazione disponibile presso lo sportello Erasmus di Facoltà;
c)      
definire i corsi che intendono frequentare all’estero. Per la Facoltà di Giurisprudenza l'obbligo di predisporre un piano di studio da svolgersi presso l’università ospitante (il c.d. learning agreement) si intende adempiuto, qualora lo studente assegnatario di borsa si impegni a frequentare all'estero corsi riconducibili a quelli riconoscibili dalla Facoltà di Giurisprudenza. Il learning agreement deve essere consegnato all’Ufficio Socrates di Ateneo al momento dell’accettazione del contratto di borsa;
d)      
inviare, ove richiesto, il proprio progetto di studi anche all’università ospitante. Qualora quest’ultima abbia predisposto un proprio modulo di learning agreement, sarà cura dello studente compilarlo e spedirlo entro i termini previsti dall’università ospitante. 

6. RICONOSCIMENTO DEGLI ESAMI SOSTENUTI ALL’ESTERO

6.1 - Modalità di presentazione della domanda.
Lo studente richiede il riconoscimento degli esami sostenuti all’estero seguendo le istruzioni elaborate dalla commissione Erasmus di Facoltà (istruzioni Erasmus di Facoltà), consultabili sull’apposito sito web della Facoltà.

 

6.2 – Condizioni per il riconoscimento
L’esame superato all’estero è riconoscibile dal Consiglio di Facoltà, qualora il relativo programma:
a)      
abbia contenuto giuridico oppure sia riconducibile ad uno dei corsi impartiti presso la Facoltà di Giurisprudenza;
b)      
non corrisponda a quello di un esame già superato presso la Facoltà di Giurisprudenza.

Oltre a queste due condizioni generali, il riconoscimento degli esami superati all’estero sarà effettuato nel rispetto delle istruzioni Erasmus di Facoltà.

Il riconoscimento del periodo di studio all’estero sarà deliberato dal Consiglio di Facoltà, su proposta dei responsabili del programma Socrates/Erasmus.

top