UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO
FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

Norme ed istruzioni per la compilazione del Piano di studio
a.a.2000-2001

Il corso di laurea in Giurisprudenza si articola in 26 annualità di insegnamento, secondo quanto previsto dall'ordinamento nazionale degli studi giuridici.

La Facoltà di Giurisprudenza di Trento prevede un primo gruppo di 16 annualità di insegnamento obbligatorie. Le rimanenti 10 annualità debbono venire scelte da ciascuno studente attraverso la predisposizione di un piano di studi individuale.

A tale scopo la Facoltà attiva un'apposita Commissione per i piani di studio (che svolge pure funzioni di tutorato secondo quanto previsto dall'art. 13 L. 19 novembre 1990, n. 341) cui gli studenti possono rivolgersi per i relativi chiarimenti ed informazioni.

Gli studenti che partecipano al programma ERASMUS indipendentemente dalle normali scadenze, presentano il piano di studi unitamente alla domanda per riconoscimento degli esami sostenuti entro 60 giorni dal loro rientro in sede.

Gli studenti trasferiti o già in possesso di laurea, che chiedono il riconoscimento degli esami già sostenuti e l'abbreviazione della carriera, presentano il piano di studi dopo aver ricevuto il decreto dei Rettore con il quale si comunica l'anno d'iscrizione e gli esami convalidati.

Il piano di studio può essere elaborato nell'ambito dei 4 indirizzi previsti dalla Facoltà (forense, pubblicistico, transnazionale e giuristi d'impresa) ovvero al suo esterno (piano di studi c.d. libero) ma in tutti i casi dovrà presentare caratteri di coerenza e organicità.

Nell'ipotesi dei piano di studio individuale di indirizzo, lo studente, fermi restando i 16 insegnamenti obbligatori comuni a tutti gli indirizzi, potrà scegliere gli ulteriori 10 insegnamenti tra quelli caratterizzanti l'indirizzo prescelto (nel numero minimo di 7 previsto da ciascun indirizzo, come specificato nelle pagine della guida di Facoltà) nonché fra gli altri insegnamenti attivati dalla Facoltà o mutuati dalla Facoltà di Economia.

Il piano di studio individuale, di indirizzo o libero, deve essere presentato entro il 27 0TTOBRE 2000.

Lo studente predispone il piano di studio anno per anno, limitatamente al nuovo anno di corso al quale ha preso iscrizione e, ovviamente, a quelli precedenti.

Qualora ometta tale adempimento lo studente potrà sostenere i soli esami fondamentali previsti per il proprio anno d'iscrizione riportati nel libretto dei programmi d'insegnamento.

Il piano di studio individuale, una volta approvato, è vincolante per l'intero anno accademico e lo studente non può essere ammesso a sostenere esami diversi da quelli in esso previsti. Eventuali modifiche potranno essere introdotte soltanto con l'anno accademico successivo. Lo studente non può modificare la scelta dell'indirizzo qualora, in ragione degli esami già sostenuti, non possa inserire nel piano di studio almeno 7 insegnamenti caratterizzanti il nuovo indirizzo.