VERBALE N. 1/97 - 21 MAGGIO 1997
 
COMPONENTE
Presente
Assente
RAPPRESENTANTE/DELEGATO
prof. Roberto Toniatti
x
  Preside della facoltà di Giurisprudenza
prof. Giovanni Pascuzzi
x
  Delegato del direttore del dip. di Scienze Giuridiche
dott. Alberto Pizzoferrato
x
  Rappresentante del Consiglio della Facoltà di Giurisprudenza
dott.ssa Francesca Ruggieri
x
  Rappresentante del Consiglio del Dip. di Scienze Giuridiche
dott. ing. Giuseppe Chiasera
x
  Responsabile tecnico del Presidio
 

Si riunisce alle ore 15.00 - presso la sala azzurra della sede della facoltà di giurisprudenza - il comitato del presidio ITM di giurisprudenza; presiede il prof. Giovanni Pascuzzi presidente in prorogatio del Comitato, funge da segretario verbalizzante l’ing. Giuseppe Chiasera.

1. Approvazione del verbale della seduta precedente.

Viene approvato all’unanimità il verbale della seduta precedente (verbale n. 1/96 - 18 dicembre 1996).
L’ing. Chiasera chiede di poter rendere disponibili le convocazioni del Comitato con l’O.d.G. ed i verbali approvati sulle pagine Web del presidio. I componenti accolgono la proposta ed approvano.
2. Comunicazioni. Partecipa il prof. Diego Quaglioni, direttore del dipartimento di Scienze Giuridiche.

Il prof. Pascuzzi ricorda le dimissioni da Presidente del Comitato, presentate con lettera datata 21/03/1997 diretta ai componenti, dovute ai nuovi impegni istituzionali assunti a livello di Ateneo - con la nomina rettorale a membro del nucleo di valutazione - e ritenendo opportuno non cumulare cariche operative con incarichi di valutazione. Le stesse sono state rese operative dal 16/04 per consentire di portare a termine la stesura del regolamento per l’accesso alla rete di Ateneo, come da incarico ricevuto dalla Commissione informatica di Ateneo.

Interviene il prof. Quaglioni invitando il prof. Pascuzzi, come già fatto con lettera personale, a riconsiderare le sue dimissioni da Presidente, esprimendogli la sua completa fiducia e manifestando la volontà di confermare lo stesso come suo delegato nel Comitato. In merito alle iniziative del presidio di promuovere la diffusione dell’attività di ricerca del dipartimento, anche tramite pagine web, concorda con l’iniziativa di rendere disponibile gli elenchi e gli indici della Collana ed i Quaderni del dipartimento e dà la propria disponibilità per una più ampia presentazione dell’attività di ricerca corredata da schede di presentazione del singolo docente/ricercatore.

Interviene il prof. Toniatti per esprimere il proprio interesse in relazione a queste iniziative, auspicando che si possa diffondere l’utilizzo del mezzo informatico anche per l’espletamento di alcune attività legate alla didattica.

Rispondendo al prof. Quaglioni, il prof. Pascuzzi ringrazia per le accorate parole ed accoglie l’invito a mantenere l’incarico di componente del Comitato, pur confermando le dimissioni da presidente.

Il prof. Pascuzzi illustra il lavoro che la commissione di Ateneo dell’area informatica sta svolgendo sui diversi fronti e le posizioni che egli ha tenuto in proposito.

In particolare:

  1. Criteri di finanziamento: individuazione di parametri oggettivi per la suddivisione del finanziamento dei presidi (n.° studenti, n.° docenti, personale, storico, ecc.), tenendo conto delle realtà di nuova costituzione come quella di giurisprudenza che necessitano di fondi di riequilibrio;
  2. Ridistribuzione del personale: la nuova struttura dell’area informatica è stata possibile dal forte innesto di nuove assunzioni, ciò non toglie la necessità di procedere ad una razionalizzazione del personale in considerazione della nuova distribuzione dei servizi. Una bozza in questo senso prevede per il presidio di giurisprudenza il passaggio da due a tre addetti fissi. In merito alla profilata riqualificazione dell’area, esprime la propria perplessità a fronte della scarsa disponibilità del personale alle necessità di servizio presso sedi diverse.
  3. Rete GARR: nuovo progetto GARR-2 in cui INFN svolge un ruolo predominante in termini di risorse e di prestazioni riservate.
  4. Progetto UltraNet: la biblioteca di Ateneo ha realizzato un sistema per la consultazione di CD-ROM precaricati su hard disk. Superata la fase sperimentale se ne sta promuovendo l’uso presso le facoltà con il supporto dei presidi.
  5. Regolamento della rete di Ateneo: è stata approvata dalla Commissione d’area la proposta di regolamento dell’utilizzo della rete di Ateneo. Sarà promulgata prossimamente dai competenti organi accademici.
Il prof. Pascuzzi ritiene in questo modo di aver relazionato sull’attività fin qui svolta in seno all’organo di governo delle politiche dell’area informatica, anche a favore del proprio successore.

Esce il prof. Diego Quaglioni.

3. Elezione del nuovo presidente. Il prof. Pascuzzi propone come proprio successore, con l'avallo del prof. Toniatti e della dott.ssa Ruggieri, il dott. Alberto Pizzoferrato.

Il presidente designato esprime il proprio ringraziamento e gratitudine al prof. Pascuzzi e dichiara la propria disponibilità a ricoprire l'incarico. Pur avvertendo la complessità dei compiti che sarà chiamato ad assolvere, ribadisce l'impegno e la volontà di adoperarsi con entusiasmo e serietà per implementare e potenziare i servizi informatici di Facoltà e Dipartimento, secondo la propria esperienza e competenze specifiche.

I presenti esprimono il loro sostegno e dichiarano altresì la personale disponibilità ad adiuvare, con il proprio contributo, l'operato del presidente.

Si passa alla votazione, per voto palese; viene eletto all’unanimità il dott. Pizzoferrato quale presidente del Comitato del presidio ITM di Giurisprudenza.

Il neo eletto assume la presidenza del Comitato, passando al successivo punto dell’O.d.G.

4. Esame dei progetti di rete dati ed impianti audio-visivi per la nuova sede. L’ing. Chiasera presenta brevemente i progetti in esame il cui testo è stato fornito ai componenti in allegato alla convocazione. Prospetta la seguente situazione:
  1. Rete dati: la richiesta di fine marzo, inoltrata all’ing. Bernini, responsabile della Ripartizione tecnica, è passata al vaglio della Commissione di Ateneo e il 13 c.m. è stata bandita la gara d’appalto per la rete dati della nuova sede della facoltà di Giurisprudenza, fra circa un mese una Commissione esaminerà le offerte.
  2. Impianti audio-visivi: la bozza predisposta richiede una verifica da parte del comitato per un suo successivo inoltro per le pratiche amministrative di finanziamento ed appalto.
Il Comitato, rilevata l’articolazione delle richieste, dà mandato al presidente ed al responsabile tecnico di elaborare la stesura finale con le richieste che si ritengono di rilevante importanza per la funzionalità della nuova sede anche sotto l’aspetto degli impianti audio-visivi. 5. Accesso al sistema banche dati IONIO del Cineca e contratto Ced della Corte Suprema di Cassazione. L’ing. Chiasera illustra il sistema banche dati IONIO del Cineca: l’accesso a tale servizio è controllato da userid e password personali, il canone di accesso è gratuito per gli appartenenti alle università consorziate. Fra le banche dati "esterne" sono incluse quelle del Ced della Cassazione, della Camera e del Senato che sono a consultazione gratuita per enti come l’università.

Altre banche dati invece sono a pagamento: fra queste GURITel ovvero la Gazzetta telematica dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che è consultabile a costo orario fatturato direttamente sul codice utente presso il Cineca.

Una terza categoria di banche dati esterne riguarda le banche dati che richiedono un codice d’accesso, password e relativa fatturazione; fra queste le banche dati di interesse giuridico offerte dall’ESA-IRS (European Space Agency) per il quale il Cineca funge da distributore nazionale.

Per quanto riguarda il contratto con il Ced della Cassazione, attivato fin dall’86 dall’ex CISTI, viene accollato al presidio il canone annuo 1/7/97 - 1/7/98, per un ammontare di L 1.300.000, salvo aumento dovuto al superamento degli accessi consentiti. Per una eventuale disdetta si rimanda a quando gli accessi alternativi saranno opportunamente attivati.

Il dott. Pizzoferrato evidenzia l’articolazione delle banche dati attivate negli ultimi mesi dal responsabile tecnico e che sono oggetto di test di fruibilità da parte del presidio e degli utenti interessati.

Prospetta l’esigenza di una richiesta personalizzata da parte degli utenti interessati all’utilizzo di questi servizi, gratuiti o a pagamento. In questo modo si raggiunge il duplice obiettivo di responsabilizzare l’utente e di monitorare lo stato di utilizzo delle banche dati on line.

Il prof. Toniatti conviene che si deve perseguire l’obiettivo della personalizzazione.

Il prof. Pascuzzi, pur riconoscendo la validità delle argomentazioni, suggerisce che sia il presidio a farsi carico della gestione di tali accessi e dei relativi oneri.

L’ing. Chiasera fa notare che non è opportuno caricare il presidio di oneri non ben quantificabili in linea preventiva, né controllabili sotto il profilo di un uso appropriato né come non sia di semplice attuazione l’eventuale addebito di oneri ad altri enti.

Si decide comunque, salvo ritornare sull'argomento nelle prossime sedute del Presidio, di avviare l'attivazione sperimentale di un certo numero di identificativi presso il servizio IONIO del Cineca.

6. Scelta dell’identificativo internet per giurisprudenza e adempimenti successivi.

Visto il risultato del sondaggio condotto dal responsabile tecnico negli ultimi mesi sulle pagine web del sito di sede ed il risultato del pronunciamento del dipartimento, viene dato mandato al responsabile tecnico di procedere con tutti gli adempimenti necessari all’adozione di jus come identificativo di sede.

La motivazione risale all’attesa degli utenti per una riconoscibilità della radice latina degli studi giuridici che si effettuano nelle facoltà italiane. Lex non è ritenuto adeguato in quanto limitato al significato di legge e non diritto come è più appropriato. Law d’altro canto pur essendo riconosciuto a livello internazionale è proprio per questo un po’ banale e uniformante.

7. Attuazione dei progetti, assegnazione del personale e spazi per il presidio.

Il responsabile tecnico distribuisce il resoconto, aggiornato al 13 c.m., degli impegni di spesa assunti sui fondi ’97; l’ammontare è pari a circa 2/3 del totale a badget. Fa notare come la cifra rimanente debba in larga misura essere impegnata a copertura delle spese di materiale vario di funzionamento, le spese di canoni e consultazioni di banche dati, gli imprevisti tecnici per le apparecchiature del presidio e dell’aula didattica. Le cifre che comunque si rendessero disponibili saranno impegnate a completamento dei progetti prefissati e già in avanzato stato di realizzazione.

I componenti prendono visione e chiedono spiegazioni su alcune voci, il responsabile fornisce le argomentazioni del caso.

Il responsabile tecnico, preso atto delle assicurazioni del presidente circa lo sviluppo del personale assegnato al presidio, fa presente che le notevoli realizzazioni a cui si va incontro con i progetti descritti in precedenza, richiedono un altrettanto rilevante impegno per la gestione degli stessi con personale di adeguata professionalità per la gestione delle aule didattiche informatiche da un lato e degli impianti audio-visivi dall’altro.

La situazione attuale degli spazi del presidio è precaria, con la prossima consegna dei server di sede e di altre periferiche, saranno necessari nuovi spazi per erogare i servizi previsti (workstation, scanner, masterizzatore, ecc.).

Il Comitato prende atto della situazione e sollecita presidente e responsabile tecnico ad adoperarsi affinché gli spazi nella nuova sede siano disponibili nel minor tempo possibile e sia riconosciuta a livello di Commissione d'Ateneo l'esigenza di assegnare al Presidio personale qualificato e stabile per far fronte ai molteplici servizi ed iniziative attivate o già in cantiere.

Varie ed eventuali.

L’ing. Chiasera comunica di aver avuto risposta positiva alla sua domanda di stage, nell’ambito del programma LEONARDO DA VINCI - Advanced Technologies and Quality - in un paese dell’Unione europea e di aver dato la sua disponibilità per il periodo Agosto-Settembre (sei settimane).
Il prof. Pascuzzi, pur compiacendosi, avanza delle perplessità tenuto conto dell’imminente realizzazione dei progetti di rete dati ed audio-visivi per la nuova sede.
L’ing. Chiasera risponde di voler sostenere questa esperienza, per la sua valenza sia professionale che culturale, compatibilmente con gli impegni d’ufficio.
 

La riunione si conclude alle ore 17.00.
 
 
Il Segretario verbalizzante Il Presidente
Dott. Ing. Giuseppe Chiasera Dott. Alberto Pizzoferrato