FREQUENT ASKED QUESTIONS
Diritto

Argomenti:
 


 
Per i termini informatici vedi il glossario.

    Q. Come si trova una sentenza della Cassazione appena emanata?
R.
  1. Consultando riviste che garantiscono una tempestiva informazione (quali p.e. Guida al Diritto o la Gazzetta Giuridica).
  2. Consultando il servizio novità all'indirizzo internet http://www.giustizia.it/cassazione
  3. Rivolgendosi alla cancelleria della Corte.

(N.B. per i punti 1,2 il presupposto è che la sentenza sia di interesse generale)

 

Top


Q. A partire da che anno sono disponibili le sentenze della Cassazione Civile nel cdrom "Juris Data" consultabile il linea.
R. La banca dati riporta il testo integrale di tutte le sentenze pronunciate dalla Suprema Corte e ufficialmente massimate, che siano state pubblicate a partire dal 1986.

Top



 
Q.Come si può utilizzare la ricerca tramite il sistema di classificazione Voci/Sottovoci del CDROM Juris-Data?
Che differenze esistono con la ricerca Testo?


R. Innanzitutto la classificazione Voci/Sottovoci è tratta dallo schema di classificazione del Repertorio generale annuale della Giustizia civile, contiene un indice analitico in cui sono state suddivise e catalogate le massime contenute nella banca dati.
Per poter utilizzare questo schema è necessario digitare la parola che si ritiene significativa ai fini della nostra ricerca.

Ad esempio se si intende ricercare le sentenze concernenti "reati informatici":

Tramite la classificazione Voci/Sottovoci
 

  1. Digitare "REATI AND INFORMATICI" in corrispondenza della casella Voci/Sottovoci;

  2. premere il pulsante contrassegnato dal tasto F7;
  3. la voce in questione è INFORMATICA la sottovoce da selezionare è "REATI INFORMATICI";
  4. clickare la sottovoce selezionata e nella casella comparirà la scritta:

  5. [Ricerca per Referenza: -INFORMATICA-  Reati informatici];
  6. iniziare la ricerca tramite il pulsante contrassegnato dal tasto F4.


NB: La classificazione in questione è raggiungibile anche inserendo la parola SOFTWARE, INFORMATICA oppure REATI (in questo caso la classificazione desiderata si deve selezionare fra le 52 attive).In altre parole esiste un database che agevola il riconoscimento delle singole voci nel sistema di catalogazione adottato nel CDROM.
 

Tramite la ricerca Testo

Inserendo la ricerca "REATI AND INFORMATICI" nella casella testo ed iniziando la ricerca
 

In questo caso i documento evidenziati saranno, a differenza della ricerca precedente, tutti quelli che contengono contemporaneamente il termine REATI e INFORMATICI sia nel testo che in altre parti del documento compresa la classificazione.

Per esempio comparirà il seguente documento come risultato della ricerca se effettuata con il metodo Testo mentre non verrà selezionato se la ricerca viene effettuata con il metodo Voci/Sottovoci:
 
 

REATI FINANZIARI e TRIBUTARI

LS  7 agosto    1982 n.  516 art.  1            l.

La registrazione  a  mezzo  di supporti  informatici  non e' idonea a  garantire  l'intangibilita'  e   la stabilita'  dei dati,  come e'  richiesto dalla  "ratio"  dell'art. 1 comma  6 della legge n. 516 del   1982.

Cassazione penale sez. III, 22 settembre 1993

C.G. e altro

Riv. dir. trib. 1994,II, 395

Top

Q. Esiste una tabella riassuntiva della sintassi di interrogazione in modalità full_text del CDROM "Il Foro Italiano"?
R. La tabella riportata è consultabile anche nel manuale in linea del programma di interrogazione del CDROM "Il Foro Italiano" e comprende tutti i comandi disponibili con relativi esempi.
 
Elemento
Descrizione
Esempio d'uso
abcdef TERMINE: elemento base della ricerca, normalmente una parola, può essere anche un numero, una data, una sigla puntata senza spazi; ai fini della ricerca le lettere maiuscole o accentate vengono considerate come la corrispondente minuscola.
* TERMINE con JOLLY: una parte del termine è considerata come variabile e costituita da un numero qualsiasi di caratteri (nessuno compreso), ATTENZIONE se messo all'inizio del termine o comunque vicino all'inizio può dar luogo a ricerche molto lunghe ("*zione" deve scorrere tutto l'elenco dei termini; "a*", seleziona tutti i termini che iniziano per "a", sono migliaia!)
? TERMINE con JOLLY: un carattere del termine è considerato come variabile
! TERMINE con DESINENZA: termine con varianti sulla parte finale
() PARENTESI: permettono di variare l'ordine di valutazione di espressioni compresse o di raggruppare per chiarezza parti di espressione
.s _ SEGUITO DA: termini compresenti e primo termine immediatamente seguito dal primo (attenzione conta l'ordine)
.e + & AND: compresenza dei due termini
.v @ VICINO: termini compresenti e distanti fra loro al massimo 5 termini, (salvo diversa indicazione dell'operatore .d)
.n ~ NOT: termini NON compresenti
.nv # NON VICINO: termini non vicini, se compresenti devono avere una distanza minore di 5 termini, (salvo diversa indicazione dell'operatore .d)
.o = | OR: termini disgiunti, basta la presenza di uno solo
.d $ DISTANZA: permette di variare la distanza in termini per gli operatori ".v" e ".nv", vale da dove è dato in poi
.m % RICHIAMO RISULTATI MEMORIZZATI: richiama come termine il risultato di una ricerca o di una selezione manuale, precedentemente salvato
x: RICERCA IN AMBITO SPECIALIZZATO: permette di specificare dove cercare i termini, "x" va sostituito con uno o due dei caratteri che indicano l'ambito di ricerca. A tal fine ogni opera ha una propria suddivisione scelta in base a criteri di opportunità. Si veda la tabella in calce.

Top