UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO
Regione Autonoma Trentino-Alto Adige - Autonome Region Trentino Südtirol
Facoltà di Giurisprudenza
Dipartimento di Scienze Giuridiche

Convegno

CONTENUTI E LIMITI
DELLA DISCREZIONALITÀ
DEL GIUDICE DI PACE
IN MATERIA PENALE

Trento, 21-22 novembre 2003 - Aula B
Facoltà di Giurisprudenza - via Verdi, 53

Tempo
(hh:mm:ss)
Relatore/Argomento
 

Venerdì 21 novembre 2003

Video
01:52:43

Apertura dei lavori

   

 

Wanda Chiodi
Assessore regionale ai giudici di pace della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige

   

 

Roberto Toniatti
Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Trento

   

 

Battista Palestra, Presidente del Tribunale di Trento

   

 

Raffaello Sampaolesi, Presidente Associazione regionale giudici di pace Trentino-Alto Adige

   

 

Prima sessione: DISCREZIONALITÀ NEL PROCESSO DEL GIUDICE DI PACE ED ELASTICITÀ DELLE FATTISPECIE

Presiede: Roland Riz, Professore di diritto penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova

   

 

Michele Papa, Professore di diritto penale comparato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Firenze

Tipicità dell’illecito e discrezionalità del giudice nei reati di competenza del giudice di pace

   

 

Cuno Tarfusser, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Bolzano

Scelte di politica giudiziaria nella formulazione delle imputazioni da parte della pubblica accusa

   

 

Pausa 

   

Video
02:07:54

Seconda sessione: LA DISCREZIONALITÀ DEL GIUDICE DI PACE NELLA SCELTA E DETERMINAZIONE DELLE PENE

Presiede: Battista Palestra, Presidente del Tribunale di Trento

   
   

 

Luciano Eusebi, Professore di diritto penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore - sede di Piacenza

Riforma del sistema sanzionatorio e nuove prospettive della discrezionalità giudiziaria

   

 

David Brunelli, Professore di diritto penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia

La sanzione nel diritto penale mite: dalla discrezionalità applicativa alla ‘certezza’ della esecuzione

   

 

Interventi programmati e dibattito

   

 

Avv. Roberto Bertuol

 

Avv. Federica Panizzo

 

Avv. Adriano Maneschi

 

Avv. Raffaello Sampaolesi

   

 

Sospensione dei  lavori

   

 

Sabato 22 novembre 2003

   

Video
01:35:20

Terza sessione: LA DISCREZIONALITÀ NEL PROCESSO PENALE DAVANTI AL GIUDICE DI PACE E NELL’ESECUZIONE DELLE SANZIONI

Presiede: Giorgio Spangher, Professore di procedura penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi La Sapienza di Roma

   

 

Giulio Garuti, Professore di procedura penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

La discrezionalità del giudice di pace in particolare nelle decisioni endoprocessuali

   

 

Giovanni Dean, Professore di istituzioni di diritto processuale penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia

“La discrezionalità del giudice di pace nella fase di esecuzione ”

   

 

Pausa 

   

Video
01:59:25

Quarta Sessione

LA DISCREZIONALITÀ NELLE DEFINIZIONI CONCILIATIVE E NELLA MEDIAZIONE DAVANTI AL GIUDICE DI PACE

Presiede: Filippo Sgubbi, Professore di diritto penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bologna

   

 

Claudia Mazzucato, Professoressa di criminologia presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore - sede di Piacenza

“Selezione e invio dei casi in mediazione: riflessioni per una collaborazione efficace”

   

 

Interventi programmati e dibattito

   

 

Dott. ssa Elena Mattevi

 

Dott. ssa Caterina Pongiluppi

 

Dott.ssa  Federica Cantaluppi

   

 

Conclusioni: Prof. Lorenzo Picotti, Professore di Diritto penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Trento

   

 

Chiusura dei lavori

top