UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO
Facoltà di Giurisprudenza

Seminario
SeminarioDialoghi di Diritto tributario 9
El desarollo de las autonomías jurisdiccionales de los pueblos indígenas
en las Constituciones ibero-americanas: el metodo negocial

4 aprile 2014
Sala Conferenze - Facoltà di Giurisprudenza - Via Verdi, 53

Tempo
(hh:mm:ss)
Relatore/Argomento
pdf
Video
01:47:00

Jens WoelkRoberto Toniatti
Jorge Ernesto Roa RoaRoberto Louvin

Presiede

Jens Woelk, Università di Trento

Presenta

Roberto Toniatti, Università di Trento

Introducono il tema

Jorge Ernesto Roa Roa, Universidad Externado, Bogota | Universitat Pompeu Fabra, Barcelona

Roberto Louvin, Università della Calabria

 
Pausa
 
Video
01:03:39

Michele Carducci

Michele Carducci, Università del Salento

 
Pranzo
 
Video
02:32:33

Ignazio CastellucciSilvia Bagni

Ne discutono

Ignazio Castellucci, Università di Trento

Silvia Bagni, Università di Bologna

   

Iniziativa promossa nell'ambito del Progetto "Jurisdiction and Pluralisms. The impact of pluralisms on the unity and uniformity of jurisdiction" finanziato dal MIUR (PRIN 2010-2011)

Il riconoscimento dei tradizionali diritti autoctoni quale contenuto della garanzia all’identità culturale – fondata sul diritto costituzionale interno e tutela dal diritto internazionale – rappresenta uno dei contenuti caratterizzanti il Nuovo Costituzionalismo Ibero-Americano. Alcuni ordinamenti hanno costituzionalizzato anche il riconoscimento dell’autonomia giurisdizionale, sia organizzativa che funzionale, dei popoli indigeni. Questa specifica autonomia definisce un assetto necessariamente dialettico soprattutto nei confronti del quadro unitario dei valori costituzionali dell’ordinamento e delle rispettive garanzie giurisdizionali, predisponendo forme virtuali di pluralismo giuridico in senso forte, potenzialmente derogatorio – in ipotesi – rispetto alla tutela generale dei diritti fondamentali. L’attuazione legislativa di tale radicale innovazione costituzionale, coerentemente, del resto, con il senso stesso del rispetto dell’identità culturale diversa, è affidata al metodo negoziale fra le istituzioni dello stato e le organizzazioni rappresentative dei popoli indigeni.

L’incontro di Trento ha come obiettivo di esaminare il quadro costituzionale sopra richiamato e la sua attuazione negoziata, di approfondire in particolare la trattazione di alcuni ordinamenti che offrono una specifica esperienza in proposito (Colombia, Messico) rispetto ad altri (Bolivia) che hanno invece adottato opzioni a vocazione integrativa, di creare le premesse di conoscenza e comprensione del fenomeno – anche alla luce di altre esperienze (in Africa, nell’America del Nord, in Asia) nelle quali la costituzionalizzazione del pluralismo giuridico comprende l’autonomia giurisdizionale -, al fine di contribuire alla definizione di un assetto razionalizzato di  pluralismo sostenibile.

top