Luisa Antoniolli - Università di Trento

Curriculum scientifico e didattico

English version 

LUISA ANTONIOLLI

Via alla Pelegrina 30, Cognola (Trento)
 
 

1. Formazione e posizione accademica

- Laurea in giurisprudenza con votazione di 110/110 e lode nel 1991 presso l'Università di Trento.

- Dottore di ricerca in Diritto Comparato presso l'Università di Firenze, VII ciclo (triennio 1992-1995).

- Ricercatore di Diritto Privato Comparato presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Trento dal 1994.

- Professore di Diritto Privato Comparato presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Trento dal 2000.
 
 

2. Incarichi universitari

- Coordinatrice (assieme al prof. Nogler) delle attività ERASMUS della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Trento dal 1995 al 1999, per la mobilità dei docenti ERASMUS/SOCRATES dal 1999.

- Coordinatrice ECTS (European Credits Transfer System) per la Facoltà di Giurisprudenza dal 1995 al 1999.

  • Membro del Consiglio di Amministrazione dell'Università di Trento dal 2000.

3. Attività scientifica

Pubblicazioni
 

L'attività scientifica è partita da una ricerca riguardante il ruolo del precedente giudiziario nei sistemi di common law, con particolare riferimento a quello inglese. Lo studio ha comportato l'approfondimento della struttura del sistema delle fonti in tale ordinamenti, ed ha portato ad una serie di osservazioni comparatistiche che rilevano l'esistenza di importanti divergenze strutturali, ma altresì di importanti punti di convergenza operativa. I risultati di questa attività sono contenuti nell'articolo "Il precedente giudiziario come fonte di diritto: l'esperienza inglese", apparso sulla Riv. dir. civ. del 1993 (I, 133-204), nella voce "Nuova Zelanda" (insieme al Prof. Ugo Mattei), in Digesto, disc. priv., Torino, e nel saggio "Il ruolo del precedente giudiziario nel common law inglese", in U. Vincenti (cur.), Il precedente giudiziario, in corso di stampa, Padova, CEDAM.

In seguito lo studio si è concentrato sul diritto comunitario; l'analisi è stata condotta principalmente con metodologia comparatistica, ma ha fatto uso altrsì di ulteriori strumenti, quali l'analisi di legal process e l'analisi economica del diritto. Il tema è stato oggetto del programma di ricerca nell'ambito del dottorato di ricerca in diritto comparato (con sede a Firenze), che si è concluso nel marzo del 1996, mentre la tesi di dottorato è stata discussa con esito positivo nell’ottobre 1996. Inoltre, lo studio si è concretizzato in ulteriori pubblicazioni: alcune focalizzano l'attenzione sul funzionamento del sistema comunitario come ordinamento avente caratteristiche autonome ma collegate rispetto ai sistemi nazionali (v. "Dinamiche dell'integrazione e potenzialità del modello Spazio economico europeo: Riflessioni e spunti con particolare riferimento al caso svedese", con A. Simoni, apparso su Riv. it. dir. pubbl. com., 1995 (I parte) e 1996 (II parte); "Il formante giurisprudenziale e la competizione fra il sistema comunitario e gli ordinamenti interni: la svolta inefficiente di Faccini Dori", in Riv. crit. dir. priv., 1995, 735-760); altre si rivolgono più specificatamente ad aspetti del diritto privato comunitario ("Francovich e le frontiere del diritto europeo", in Giur. It., 1993, I, 1-27; "Il consumatore, un personaggio in cerca d'autore", in Resp. civ. prev., 1995, 966-991). La ricerca è stata sviluppata finalmente in un'opera monografica: La struttura istituzionale del nuovo diritto comune europeo: competizione e circolazione dei modelli giuridici, Trento, 1996. La ricerca prosegue con l’approfondimento di ulteriori aspetti connessi al tema (v. "The European Institutional Structure, Legal Integration and the Europeanisation of Private Law", in F. Werro (ed.), L’Européanisation du droit privé – Vers un code civil européen?, in corso di pubblicazione, Fribourg (CH), 1998; "Interpretazione e rule of law nella giurisprudenza della Corte di giustizia", in corso di stampa in Riv. crit. dir. priv., 1997).

Un tema di ricerca collegato all’analisi istituzionale del sistema comunitario riguarda l’utilizzo degli strumenti dell’analisi economica del diritto nello studio dell’evoluzione giuridica, in riferimento sia alla circolazione di modelli giuridici, sia alle dinamiche integrative. In particolare, si è approfondita la recente letteratura di matrice neoistituzionale in materia di "path-dependance", che riguarda lo studio da un punto di vista economico dei meccanismi istituzionali (istituzioni ed organizzazioni) che determinano la direzione e la velocità di mutamento di sistemi storicamente determinati. Si inseriscono in questo contesto la partecipazione al Convegno di Siena su "Analisi economica ed integrazione giuridica" (maggio 1996), e la voce (con U. Mattei e A. Rossato) "Comparative Law and Economics", in corso di pubblicazione in B. Bouckaert, G. De Geest (eds.), Encyclopedia of Law and Economics.

Sempre nell’ambito comunitario è stato svolto un lavoro di ricerca sul tema della libera circolazione dei lavoratori, con particolare riferimento alla questione del riconscimento dei titoli professionali (un approfondimento ha riguardato la professione forense) e dei problemi che riguardano le professioni autonome, soprattutto quelle intellettuali. L’evoluzione comunitaria è stata analizzata anche alla luce dei recenti mutamenti intervenuti nell’ordinamento italiano in materia di libere professioni (fra cui spicca la rimozione del divieto di esercizio in forma societaria). Il lavoro è stato svolto congiuntamente al dott. Luca Nogler, esperto di diritto comparato del lavoro nell’Università di Trento, ed ha portato alla pubblicazione di alcuni scritti: con L. Nogler, "L’Europa dei lavoratori autonomi: uno spazio con troppe frontiere", in Lav. dir., 1997, p. 371 ss.; "La libera circolazione delle professioni liberali: il caso degli avvocati", Lav. e dir., 1997, p. 403 ss.. Inoltre, i risultati della ricerca sono stati presentati in collaborazione con organi istituzionali esterni all’Università (Scuola di aggiornamento forense di Pescara, in collaborazione con l’Università di Camerino; Centro di documentazione europea della Provincia Autonoma di Trento).

Ulteriori ricerche sono state svolte in ambiti concernenti lo statuto giuridico di soggetti considerati deboli: rientrano in questo settore la recensione al libro curato da P. Cendon, Il bambino e le cose, apparsa sulla Riv. dir. civ., 1994, I, 815-817, la traduzione del saggio di S. Kadish, "Consenso a morire e pazienti incapaci", apparsa in L. Stortoni (cur.), Vivere: diritto o dovere?, Trento, 1992,189-210; il saggio "The Dilemma of Affirmative Actions: A Comparison of European Community Law and the American Experience", in I. Cameron, A. Simoni, Dealing with European Integration, Uppsala, 1996; il saggio "Breve quadro ricostruttivo delle azioni positive nel sistema giuridico statunitense", in S. Scarponi (cur.), "Le pari opportunità nella rappresentanza politica e nell'accesso al lavoro I sistemi di "quote" al vaglio di legittimità", Trento, Dipartimento di Scienze giuridiche, 1997.
 
 

Relazioni, convegni, seminari.

"La direttiva comunitaria sui contratti negoziati fuori dai locali commerciali e la giurisprudenza", Cagliari, Convegno dell'Associazione Italiana di Diritto Comparato, giugno 1995.

Interevento al convegno "Le pari opprtunità nella rappresentanza politica e nell'accesso al lavoro I sistemi di "quote" al vaglio di legittimità", Trento, Dipartimento di Scienze giuridiche, gennaio 1996.

"Affermative Actions in European Community Law", seminario nell'ambito del ciclo sul diritto europeo, Uppsala (Svezia), aprile 1996.

Discussant della relazione di R.Cooter "Comparative Judicial Discretion" nel Convegno su Analisi Economica ed Integrazione Giuridica, Siena, maggio 1996.

Intervento al 3ème cycle romand de droit, "L’européanisation du droit privé - Vers un code civil europeéen?", sul tema "The Institutional Structure of a New European Common Law", Friburgo, settembre 1997.

Partecipazione alla conferenza interdisciplinare (diritto, scienze politiche, teologia storia della scienza e delle idee) organizzata dal dipartimento di "European studies" dell’Università di Uppsala e dall’Istituto svedese, Firenze, ottobre 1997.

Intervento al convegno internazionale "Combatting Racial Discrimination: Affirmative Action as a Model for Europe?" sul tema "The Judicial and Institutional Conditions of Affirmative Action in the USA", Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Innsbruck, in collaborazione con la Commissione CE, Directorate-General V, Innsbruck, 17-18 Settembre 1998.

Intervento al convegno internazionale "European Legal Harmonisation and National Private Law Systems/Europaeische Rechtsangleichung und nationale Privatrechte", sul tema "Consumer Contracts in Italian Law", organizzato dal Centro di diritto europeo, Università di Muenster (Germania), tenutosi a Bad Homburg (Germania), 18-20 febbraio 1999.

Intervento alla tavola rotonda "La comparazione del giurista e la comparazione dello scienziato sociale: Premesse, potenzialità e limiti di un dialogo", Università di Firenze, Dipartimento di diritto comparato e penale, 5 novembre 1999.
 
 

Partecipazione a ricerche
 
 

1) "Vecchi e nuovi modelli giuridici negli Stati post-coloniali: un'indagine sui paesi del Corno d'Africa - La proprietà", responsabile Prof. U. Mattei (Progetto CNR, 1994/95, 1995/96).

2) "Vecchi e nuovi modelli giuridici negli Stati post-coloniali: un'indagine sui paesi del Corno d'Africa – proprietà e famiglia", responsabile Prof. U. Mattei (Progetto CNR, 1996)

3) "Il diritto dei soggetti deboli", responsabile locale Prof. U. Mattei, responsabile nazionale Prof. P. Cendon (Progetto MURST 40%, 1993-1995).

4) "I nuovi orizzonti della macrocomparazione", responsabile Prof. U. Mattei (Progetto MURST 40%, 1996).

5) "Obbligazioni e contratto nel diritto comune europeo", responsabile Prof. U. Mattei (Progetto speciale dell'Università di Trento).

6) "Il diritto privato europeo: sviluppi e tendenze", responsabile Prof. Benacchio (finanziamenti ex 60% MURST).

7) "Il nucleo comune del diritto privato europeo", responsabile scientifico Prof. Mattei, di cui responsabile unità operativa prof. Bussani e successivamente prof. Antoniolli (progetto cofin MURST 1999).

8) "The common core of European Private Law", coordinators Prof. Mattei and Prof. Bussani (Euroconference finanziate dalla Commissione CE nell'ambito del V programma quadro, 1999-2001).
 
 

Soggiorni di studio all'estero.
 
 

Presso l'Università di Manchester (UK) dal luglio all'ottobre 1992, per lo studio dell'analisi economica del diritto con particolare riferimento all'efficienza delle decisioni giudiziarie, soggiorno finanziato con borsa CNR.

Presso l'Università di Berkeley (USA) dal febbraio all'aprile 1994 per lo studio comparato del legal process, soggiorno finanziato con borsa CNR.

Presso la Facoltà di Giurisprudenza della Makerere University di Kampala (Uganda), Human Rights and Peace Center, dall’aprile al maggio 1998per lo studio dell’utilizzo delle azioni positive al fine di migliorare la posizione della donna nella società ugandese, sulla base delle norme contenute nella Costituzione del 1995.

Presso il Trinity College dell’Università di Cambridge (Regno Unito), nel dicembre 1999, per lo studio comparato dei contratti di consumo nel diritto inglese e nel diritto italiano, alla luce degli sviluppi in materia del diritto comunitario; soggiorno finanziato dal CNR (programma di mobilità di breve durata per i ricercatori).
 
 

Partecipazione ad associazioni di studiosi e collaborazione a riviste scienifiche.

Socio della Associazione Italiana di Diritto Comparato.

Socio dell’Aristec (Associazione internationale per la ricerca storica e comparatistica)

Membro della redazione di Trento della Rivista critica del diritto privato.
 
 

4. Attività didattica
 
 

- Docente di "Comparative Legal History" presso l'Università di Uppsala (Svezia) nell'autunno 1994.

- Ha collaborato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Trento ai corsi di:

Diritto Civile (dal 1994),

Diritto Privato Comparato (dal 1992),

Diritto Privato delle Comunità Europee (dal 1995)

Diritto dei Paesi dell'Europa Orientale (1996),

Diritto anglo-americano (dal 1992),

Economia politica – Corso anvanzato (A.A. 1998-1999; in materia di analisi economica dei contratti)

e ha collaborato alla supervisione di tesi di laurea su argomenti collegati.

- Docente di Diritto anglo-americano presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento (dal 1998).

- Docente di Istituzioni di diritto comunitario presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento (dal 2000).

 

top