NAZIONALE VENEZIA PADOVA TREVISO UDINE VICENZA-BASSANO
NORDEST MESTRE ROVIGO BELLUNO PORDENONE OGNISPORT
Prima Pagina
Formato Grafico
Edizione odierna
Prima Pagina
Bassano
Bassano Sport
Castelfranco
Cittadella Camposampiero
Lettere & Interventi
Montebelluna
Padova
Primo Piano
Schio Thiene
Spettacoli E Cultura
Sport
Sport Vicentino
Vicenza
Archivio arretrati
Ricerca Online
Richiedi numeri arretrati
Rubriche
Meteo
RPQ
Cerca Casa
Cinema
Traffico
Oroscopo
Bioritmi
Informazioni
Il Gazzettino oggi
La storia
Le redazioni
La pubblicita'
Abbonamenti
Attività Promozionali
Prodotti Editoriali
Google
Mercoledì, 8 Giugno 2005

LEX AQUILIA/ LA CURIOSITÀ
Quando la cronaca giudiziaria diventa un repertorio didattico
Bassano

La cronaca giudiziaria fa notizia. Ma, da oggi, anche didattica. Casi di banche condannate per trattamento scorretto dei dati personali dei clienti. Di produttori di scale costretti a risarcire giardinieri che si sono rotti un braccio cadendo per colpa di un piolo difettoso. Di amministrazioni locali responsabili degli incidenti causati dai caprioli che attraversano le strade di loro pertinenza. Episodi che, presi singolarmente, sembrano solo vicende curiose scovate dai giornali per calamitare l'interesse dei loro lettori, ma che, classificati e ordinati, vanno anche a formare un esauriente repertorio dello specifico istituto giuridico noto come "responsabilità civile extracontrattuale". Ed è così che il quotidiano può diventare "manuale". Anzi, lo è già diventato.

C'è un nucleo di giovani giuristi vicentini (il ricercatore bassanese Fulvio Cortese, la praticante avvocato Anna Rossato, i laureandi Matteo Macilotti e Matteo Marcolin) fra i redattori di "Lex Aquilia", "Giornale didattico e selezione di giurisprudenza sull'illecito extracontrattuale". I 22 numeri della fittizia testata (che si rifà nel nome a una celebre fonte romanistica) sono da poco raccolti pure in un libro, pubblicato dalla Zanichelli di Bologna.

L'intuizione è del professor Giovanni Pascuzzi , ordinario di Diritto privato comparato alla facoltà di Giurisprudenza dell'università di Trento: sua l'idea di dare un taglio giornalistico ed impaginare in formato tabloid le dispense del corso di Diritto civile.

«L'obiettivo - spiega il docente - è duplice: da un lato catturare l'attenzione degli studenti muovendo da casi di attualità simili a quelli che usualmente troviamo sulla carta stampata; dall'altro, addestrare i giuristi in formazione alla lettura diretta delle fonti». "Lex Aquilia" riporta infatti sentenze integrali, testi normativi e riferimenti dottrinali, ma è la maniera in cui il materiale è organizzato a rendere originale e accattivante la trattazione. Pare proprio di sfogliare un quotidiano: in prima pagina c'è l'editoriale firmato dal curatore del numero, c'è un articolo d'apertura di particolare impatto, ci sono richiami ai contenuti interni, suddivisi a loro volta in cronaca, esteri, cultura.

Ci sono box con gli esatti dispositivi di legge. Ci sono foto, grafici e perfino moltissime vignette.

Ogni numero approfondisce l'argomento di un'ipotetica lezione accademica: responsabilità della pubblica amministrazione, danni biologici ed esistenziali, diritto alla riservatezza, violazione del diritto d'autore, e così via.

Un cd rom che riproduce in formato elettronico tutte le "uscite" e i rispettivi allegati è il naturale complemento multimediale all'innovativa opera. Un «esperimento», lo definisce Pascuzzi , nel tentativo di «cercare nuove strade» all'insegnamento universitario della giurisprudenza e strumenti moderni per agevolare l'apprendimento delle nozioni.

Emanuele Borsatto


Vai a pagina : I II III IV V VI VII VIII IX X XI XII XIII XIV XV XVI XVII XVIII XIX

Nazionale Bassano Belluno Udine Padova Pordenone Rovigo Treviso Venezia Vicenza
Il Gazzettino oggi La storia Le redazioni La pubblicità

Il Gazzettino On Line 1999 - Informazioni sul sito