Il diritto dell'era digitale
Tecnologie informatiche e regole privatistiche
Il Mulino, Bologna, 2002

 

INDICE

 

Introduzione

a) Il punto di partenza

b) Gli obiettivi del libro

c) Che cosa significa: “Era digitale”

In particolare: La rete Internet

d) Diritto e informatica: un rapporto complesso

Informatica e rappresentazione della conoscenza giuridica

Informatica e organizzazione del lavoro

Informatica e formazione del giurista

Informatica e diffusione dei materiali giuridici (normativa, decisioni giurisprudenziali, dottrina)

Parte I  COME LE TECNOLOGIE DIGITALI CAMBIANO LE REGOLE GIURIDICHE

Dal diritto alla riservatezza alla computer privacy

Dal diritto ad essere lasciati soli al diritto al controllo sulle informazioni che riguardano l’individuo

La riservatezza nell’era di Internet

Log e cookies

Una nuova ragione per tutelare la privacy

La Raccomandazione del Consiglio d’Europa No. R (99) 5

I codici di condotta

La tecnologia minaccia, la tecnologia protegge

Qualità e contrattualizzazione della tutela

L’evoluzione del concetto di documento e di sottoscrizione

L’attività di documentazione

Regole che si fondano sulla tecnologia della carta

Regole che si fondano sulle tecnologie digitali

Firma autografa e firma digitale

Dai titoli di credito agli strumenti finanziari (dematerializzati)

Il documento incorpora il diritto

Dalla carta al bit: le regole della dematerializzazione

Pubblicità immobiliare e regime della circolazione dei beni

L’informatizzazione della pubblicità immobiliare: alcuni effetti
La moneta digitale

Dal contante analogico al contante digitale

La fine della sovranità monetaria?

La disciplina della moneta digitale

Il commercio elettronico

Le regole per il commercio elettronico: in particolare la Direttiva 2000/31/CE

La fonte delle regole: l’esempio del trading on line.

Il disancoraggio dallo spazio fisico

Il ruolo dei soggetti terzi che rilasciano marchi di qualità

Gli agenti intelligenti

Il diritto d’autore

Il diritto d’autore dell’era digitale

L’evoluzione del concetto di opera

L’evoluzione del concetto di autore

L’evoluzione del concetto di creatività

Rimodulazione dei meccanismi di incentivo

Tecnologicizzazione

Sintesi: come le tecnologie digitali cambiano le regole giuridiche

Parte II  IL DIRITTO DELL’ERA DIGITALE

Tratti caratteristici del diritto dell'era digitale

Deterritorializzazione

Carattere aterritoriale della rete: l’esempio delle controversie sui nomi di dominio

Internet fattore e prodotto della globalizzazione

Alcuni effetti della deterritorializzazione

Destatualizzazione

L’approccio sovranazionale: l’esempio della Convenzione sul Cybercrime

L’autoregolamentazione

Dematerializzazione

Ridefinizione del regime dei beni

Dalla proprietà all’accesso

Contratto e tecnica

Il contratto come fonte delle regole

Tecnologicizzazione

Metodi alternativi di soluzione delle controversie

Magistrati virtuali

Considerazioni finali

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Presentazione di Eleonora Santini

Agile, e insieme ricco, opera di uno studioso del diritto privato da tempo interessato ai rapporti fra diritto e informatica, un testo prezioso per ogni giurista. Al fondo, una domanda sui rapporti fra diritto e tecnologia (una domanda in sé antica, se tecnologia è anche, storicamente, la carta, la penna, il linguaggio stesso): quanto la più estrema odierna tecnologia, informatica e telematica, incida sul diritto. Incide, e sotto più di un aspetto. La tecnologia si fa, per un verso, strumento del diritto: si pensi alla informatizzazione dei registri immobiliari, nel quadro della più generale informatizzazione della pubblica amministrazione; o alle nuove forme di documentazione e attribuzione dell’attività giuridica, sino alla firma digitale. Per un altro verso, la tecnologia diviene oggetto delle regole giuridiche, da adeguare ai fenomeni nuovissimi: come il diritto alla riservatezza, i cui problemi si estremizzano: dato che tutta l’attività compiuta su Internet può essere monitorata, sorge la questione del diritto al controllo dei flussi immensi di dati che riguardano l’individuo. Ancora, la vera e propria dematerializzazione degli strumenti finanziari, che rende preistoria il già agile mezzo dei cartacei titoli di credito; i mezzi di pagamento elettronici, e la loro incidenza sulle tradizionali funzioni monetarie dello Stato; il diritto d’autore, per il quale già fotocopie, musicassette, videoregistrazioni costituivano un problema non da poco; il commercio elettronico e i suoi riflessi su principi e forme classici del diritto dei contratti. Di tutto ciò il volume dà conto, in modo sobrio e sintetico, ma con ricchezza di aggiornatissimi riferimenti normativi, e preziosa divulgazione tecnica per il profano. Con una chiara conclusione: nel farsi strumento delle operazioni giuridiche, e oggetto delle regole giuridiche, l’informatica finisce per cambiare “da dentro” ampi settori del diritto e i loro principi. In modo tale da potersi davvero parlare di “diritto dell’era digitale”.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Recensioni

Rivista di Diritto civile, 2004, 831 (Francesco Macario)

Tg3 Trentino Alto Adige 25 gennaio 2003 (Rocco Cerone)

La previdenza forense, 2003, n. 2, pag. 133 (Remo Danovi)

Electronic Journal of Comparative Law 

Associazione italiana biblioteche. Bollettino AIB 2003 n. 2 p. 228 (Sonia Cavirani)

Altalex (Massimo Melica)

Giornale di diritto amministrativo 5/2003 (Nicola Lugaresi)

Italia Oggi 27 marzo 2003 p. 42 (Filippo Caleri, Il diritto dell'era digitale con regole chiare e precise)

Diritto & Formazione, luglio 2003, p. 1119 ss (Federica Resta, Paradigmi giuridici e tecnologia digitale)

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Adozioni

Università di Ferrara, Facoltà di Giurisprudenza, Laurea specialistica in Giurisprudenza Insegnamento: Diritto dell'informatica e strumenti di ricerca giuridica (file)

Università di Roma 3, Corso di laurea in Scienze Giuridiche, Insegnamento: Diritto dell'informatica (immagine)

Università di Roma 3, Elementi di diritto per l'informatica (immagine)

Università di Genova, Corso di laurea in Scienze Giuridiche, Corso: Diritto dell'informatica (immagine)

Università di Genova, Facoltà di Economia, Laurea specialistica, Corso: Diritto dell'informatica (immagine)

Università di Venezia, Facoltà di Economia, Insegnamento: Diritto delle reti telematiche (immagine)

Università di Torino, Facoltà di Economia (Cuneo), Insegnamento: Diritto Privato (immagine)

Università di Camerino, Facoltà di Giurisprudenza, Corso di laurea triennale in Scienze Giuridiche, Insegnamento: Diritto dell'informatica

Università di Siena, Facoltà di Lettere e filosofia, Laurea specialistica, Insegnamento: Diritto d'autore nell'era digitale (immagine)

Università di Urbino, Facoltà di Economia, Insegnamento: Legislazione dell'informazione e del commercio elettronico (immagine)

Università del Piemonte Orientale, Facoltà di Giurisprudenza, Insegnamento: Diritto privato comparato dell'informatica (immagine)